Tritium, Davide Milazzo domenica da sogno: un esordio da… 100mila emozioni

06.09.2019 16:00 di Mattia Vavassori   Vedi letture
Fonte: bepitv.it
Davide Milazzo
Davide Milazzo

È stata una domenica speciale quella di Davide Milazzo, nuovo calciatore della Tritium. L’esordio in Serie D dell’attaccante classe 1991, infatti, è stato segnato da una doppietta. Non una novità, per un giocatore che di gol ne ha sempre fatti, e tanti. Ma al Comunale di Inveruno, Milazzo ha realizzato il gol numero 100 e 101 della sua carriera. Il tutto, come detto, all’esordio in Serie D. Un traguardo importante, soprattutto nella carriera di un bomber. Un traguardo che Milazzo sperava già di raggiungere lo scorso anno a Mariano e che invece ha tagliato nella massima serie dilettantistica.

Una carriera da… “100 MILA emozioni”
Fenegrò, Bustese, ancora Fenegrò. E poi l’ascesa. L’Uboldese e la Castellanzese, il trono dei bomber e il campionato vinto in Promozione. L’annata in neroverde in Eccellenza con qualche infortunio di troppo, la scelta di andare a Mariano per dare nuova linfa alla sua carriera in continua crescita. Rimpianti? Qualcuno, perché nel frattempo la Castellanzese faceva un campionato a sé per buona parte della stagione riuscendo a vincere e conquistare la Serie D. Già, ma intanto Milazzo segnava a raffica per il Mariano. Portato ad una salvezza tranquilla grazie ai suoi 16 gol. Che non sono passati inosservati al piano di sopra. In estate la chiamata del direttore sportivo della Tritium, Gianluca Leo. Trezzo sull’Adda non è proprio dietro l’angolo, ma la voglia di esordire in Serie D, peraltro in uno stadio che ribolle di storia come il “La Rocca” ha portato Milazzo a dire sì! E il matrimonio è iniziato sotto i migliori auspici.

Ad Inveruno una domenica da sogno
Partito dalla panchina, l’esordio ufficiale dopo un’ora di gioco. A Milazzo bastano sei minuti per segnare il primo gol, il centesimo della sua carriera. Concedendo il bis dopo altri sette giri di lancette. Domenica da apoteosi, con tanto di dedica a papà Giorgio e mamma Luisa. "Questa doppietta è per loro, visto che erano presenti alla partita. Il loro supporto e il loro tifo non mancano mai".