Cuore Giana, rimonta al novantesimo in casa dell'Arezzo

Arezzo-Giana Erminio 3-3
 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 832 volte
Fonte: In collaborazione con Filippo De Gradi
Simone Bonalumi
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Simone Bonalumi

Allo stadio Comunale “Città di Arezzo” si disputa l’incontro tra Arezzo e Giana Erminio, valido per la trentaquattresima giornata di Lega Pro girone A. C'è un precedente in questo stadio contro gli Amaranto che risale al primo anno nel professionismo dei biancocelesti. Quella volta terminò 2-1 per la compagine toscana. E' anche il giorno della grande sfida tra i bomber Davide Moscardelli e Salvatore Bruno. Molti punti in comune tra i due: 37 anni, entrambi con l’immancabile numero 9 sulle spalle, appaiati a quota 15 reti nella classifica marcatori del girone A.

Al 2’ Marotta salva una pericolosa azione di Arcidiacono. Al 19’ primo cambio per gli Amaranto. Esce per infortunio Ferrario, entra Corradi. Al 26’ Foglia calcia un potente destro con la palla che si scaglia sul palo. Al 28’ Bearzotti mette in mezzo per Moscardelli che realizza la rete del vantaggio. Al 33’ Yamga si inserisce sulla fascia sinistra, palla al piede per venti metri e insacca. E’ il raddoppio dei padroni di casa. Al 38’ bel passaggio di Iovine per Chiarello che liscia la palla. Al 42’ Chiarello viene atterrato in area da Foglia. Camplone lascia proseguire e assegna il corner. Al 43’ rimpallo per Bruno, colpisce di testa mettendo in rete ma è fuorigioco. Al 47’ penetra in area Iovine, gli avversari mettono in calcio d’angolo. Dallo svolgimento di questa azione nasce il primo gol della Giana. Bonalumi accorcia le distanze. Al 57’ Arcidiacono sbuca dalla metà campo, corsa felpata verso la porta, solo concretizza il tris aretino. Al 61’ prima sostituzione per mister Cesare Albè che dice di cambiare modulo passando a un 4-4-2. Esce Perico, entra Perna. Al 66’ Bruno realizza la rete del raddoppio per i biancocelesti. Al 70’ assist di Augello per Bonalumi, che di poco sfiora la traversa. Al 71’ secondo cambio per gli aretini. Esce Arcidiacono, entra Masciangelo. Al 77’ Bearzotti sbaglia una clamorosa occasione. Al 78’ Albè inserisce il quarto attaccante. Entra Ferrari, esce Chiarello. All’ 83’ ultimo cambio per la compagine martesana. Esce Montesano, entra Biraghi. All’ 87’ ultima sostituzione anche per l’Arezzo. Esce Bearzotti, entra Rosseti. Al 90’ grande giocata di Sasà che serve Pinardi. E’ la rete del pareggio per gli ospiti. La Giana ottiene così quel fatidico punto che le consente di aggiudicarsi matematicamente i playoff.

Arezzo-Giana Erminio 3-3

Arezzo(4-3-3) Borra; Cenetti,Muscat,Ferrario (dal 19’ Corradi), Bearzotti (dall’ 87’ Rosseti); De Feudis,Yamga,Foglia; Sabatino,Arcidiacono (dal 71’ Masciangelo), Moscardelli. A disposizione: Garbinesi,Erpen,D’Ursi,Polidori,Luciani,Farelli. All. Sottili

Giana Erminio(3-4-1-2): Viotti;Perico (dal 61’ Perna), Montesano (dall’ 83’ Biraghi),Bonalumi; Iovine,Pinardi,Marotta,Augello;Chiarello (dal 78’ Ferrari); Bruno, Okyere. A disposizione: Sanchez,Capaccio,Pinto,Greselin,Appiah,Rocchi,Capano,Sosio. All.Albè

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara. Assisenti: Andrea Zanetti da Portogruaro e Luca Spreafico da Lecco.

Marcatori: 28’ Moscardelli (A), 33’ Yamga (A), 47’ Bonalumi (G), 57’ Arcidiacono (A), 66’ Bruno (G), 90’ Pinardi(G).

Note: Terreno in discrete condizioni, giornata poco nuvolosa con 24°. Ammonito: 23’ Montesano (G), 65’ Corradi (A), Foglia (A), 84’ Muscat (A), 91'Pinardi (G). Recupero: 2’ + 3’