Giana Erminio, mister Bertarelli: "Risultato pesante ma non veritiero"

01.12.2018 19:20 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 212 volte
Mister Raul Bertarelli
Mister Raul Bertarelli

Dopo la sconfitta casalinga della Giana Erminio contro la FeralpiSalò è intervenuto in conferenza stampa il mister biancoceleste Raul Bertarelli: “Non parlo dell’arbitraggio, si è visto, bisognerebbe rivedere bene alcune cose, specialmente la quarta rete. E’ maturato un risultato pesante, ma non è stato veritiero. Quando si sbaglia con queste squadre che hanno un capocannoniere in panchina che gioca cinque minuti a partita (Guerra ndr) è normale. Complimenti ai ragazzi, hanno retto bene il primo tempo, nella ripresa loro si sono piazzati dietro, non sono un gruppo di sbarbati e hanno difeso con  mestiere. Non abbiamo un ariete nel reparto avanzato, abbiamo cercato qualche aggiramento in più, la lucidità è venuta a mancare, anche se un paio di occasioni le abbiamo create con Rocco e Chiarello. Non penso si possa chiedere di più , oltre alla bella partita disputata, di creare otto palle gol contro la Feralpi, che ha pensato a difendersi e ripartire. Sostituzione di Palma? Lo vedevo stanco, dovevo scegliere tra lui e Chiarello per trovare un posto a Rocco. E’ vero che potrebbe avere effettuato qualche guizzo in più, ma vedevo che iniziava a prendere palla da dietro; lasciando solo quelli spazi e ho scelto così, probabilmente sbagliata. Analizzando la partita, quello che mi da più fastidio è la punizione dalla quale è nato il terzo gol, per un episodio uguale e che trenta secondi prima su Chiarello non è stato fischiato, i falli sono uguali. Bisogna essere consci di avere fatto un’ottima prestazione, ma non siamo felici del risultato. E’ difficile da digerire. Prossimo incontro con il Monza in difficoltà? Quando arriva da tanti risultati negativi una squadra così non sono mai contento di affrontarla, la legge dei grandi numeri dice che ci si avvicina sempre di più a fare punti. Dobbiamo prepararci a svolgere un’altra grande partita a Monza".