LADY TRITIUM con ... Niniane Daldosso

24.04.2012 16:00 di Elisa Dolzini   Vedi letture
LADY TRITIUM con ... Niniane Daldosso

Niniane De Vecchi è la giovane moglie del centrocampista Diego Daldosso, una delle “bandiere” della Tritium.

Milanesi DOC, dopo aver  trascorso tutta la vita all’ombra del Duomo con il matrimonio hanno deciso di cambiare e hanno così preso casa sulle sponde del lago di Garda. Ora vivono nella bella Bardolino dove Niniane lavora come organizzatrice di eventi presso un’importante struttura alberghiera.

Come vi siete conosciuti?
"Alla festa di compleanno di un’amica ho conosciuto un suo amico che non ha fatto altro che parlarmi tutta la sera di lui. Mi sono incuriosita e dopo qualche giorno abbiamo organizzato un’uscita di gruppo in cui c’era anche lui. Ci siamo piaciuti subito e da quel giorno non ci siamo più lasciati".

Quando avete deciso di fare il grande passo?
"Era il giorno di Natale di due anni fa. Convivevamo già da qualche tempo e Diego mi ha organizzato una caccia al tesoro nascondendo bigliettini per  tutta casa. Alla fine ho trovato l’anello. Ho alzato lo sguardo e davanti a me c’era lui che mi chiedeva di sposarlo. Non me l’aspettavo, è stato davvero molto romantico. Un anno e mezzo dopo eravamo marito e moglie".

Sei accanto a Diego da 9 anni e hai vissuto gran parte della sua carriera. Qual è il tuo ricordo più bello sul campo?
"Non ho nessun dubbio, le due promozioni con la seconda davvero sudata e inaspettata. Due salti di categoria consecutivi con la stessa squadra sono un’esperienza rara da vivere nella carriera di un calciatore. E’ stato davvero emozionante, ricordo ancora l’invasione di campo e la gioia di quei giorni. A Trezzo c'è un gruppo molto affiatato,  probabilmente è questa la loro forza. E anche noi donne, fidanzate e mogli, abbiamo fatto amicizia tanto che con alcune di loro c’è davvero un legame profondo".

A proposito di amicizia, questo insolito legame tra le donne della Tritium è noto tra coloro che seguono la squadra. Ci vuoi dire chi erano i testimoni del tuo matrimonio?
"Le mie testimoni sono state mia sorella e Silvia Fantò, la fidanzata di Andrea Malgrati. E lui, Andrea, ha fatto da testimone a Diego, insieme al capitano, Alessio Dionisi. A conferma dell’amicizia che c'è tra noi fuori dallo spogliatoio".

Per finire una  domanda su tuo marito. Diego è ancora giovane, ma ci sono già progetti per il futuro?
"Si è laureato in scienze motorie e in questi anni ha fatto  esperienza in centri di riabilitazione a Milano. La sua idea sarebbe quella di combinare gli studi con il mondo che gli appartiene, quello del calcio, e lavorare in futuro come preparatore atletico".