Giana Erminio, l'ex Okyere: "Si deve cambiare per poter fare meglio"

27.07.2018 20:30 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 707 volte
A destra, Gullit Okyere
A destra, Gullit Okyere

L’attaccante della Pergolettese Gullit Okyere, che ha risolto consensualmente lo scorso 29 giugno il contratto che lo legava alla Giana Erminio fino al prossimo anno, è stato contattato dai colleghi di TuttoC.com. Ha parlato immancabilmente del suo saluto alla Giana: “L'idea che avevo era quella di tornare a lavorare, in vita mia ho sempre lavorato e giocato, avere tanto tempo libero come l'anno scorso, in cui mi sono solo dedicato al calcio, mi ha fatto strano. Venivo poi da una situazione non bellissima, reduce da un infortunio, per cui di fronte a una bella proposta, come quella della Pergolettese, ho preferito dire di si”.

La ripartenza dalla D: “Da ìi si riparte, anche se alla fine non si riparte mai, si va avanti. Non c'è nessun passo indietro, solo un bel progetto e tanta voglia di rimettermi in gioco facendo il meglio possibile”.

Gli obiettivi della prossima stagione: “A livello di squadra vogliamo cercare di fare bene, meglio possibile diciamo, anche se, come si dice, “mai dire mai”, magari poi possiamo anche sognare. A livello personale, invece, spero di avere più continuità ritrovando magari qualche gol in più rispetto alla passata stagione”.

Infine, i bei ricordi vissuti a Gorgonzola: “Sicuramente i ricordi sono tanti. Intanto devo ringraziare la società, il presidente Bamonte e mister Albè, per avermi permesso di tornare nel calcio professionistico, e anche i tanti compagni, molti dei quali sono diventati amici. A livello di ricordi, parto dal primo gol in Coppa contro il Renate e arrivo a quello con l'Alessandria, anche se c'è pure quello con l'Olbia. Alla fine tra le note positive c'è anche l'ultima partita, quella dei playoff contro il Piacenza: siamo stati a cullarci un sogno fino al 70'. Però alle volte si deve cambiare per poter fare meglio”