Giana Erminio, mister Cesare Albé: "Dopo l'espulsione di Baroni partita in discesa"

 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 158 volte
Mister Cesare Albè
Mister Cesare Albè

Dopo la vittoria al Porta Elisa della Giana Erminio contro la Lucchese, è intervenuto in conferenza stampa il mister biancoceleste Cesare Albè, che ha espresso le sue sensazioni sulla prestazione nettamente positiva dei suoi ragazzi: “Siamo stati largamente favoriti dalla mancanza di uomini importanti, Fannucchi su tutti. Una partita che si è messa subito bene, e il colpo di grazia è avvenuto con l’espulsione di Baroni. Nonostante ciò, la Lucchese ha lottato e corso, ci ha impegnato fino alla prima parte del secondo tempo, successivamente si è sentita la fatica e la partita è stata in discesa. A differenza della passata stagione che è stata un po’ sofferta, quest’anno la facilità (se si può dire così) è stata data proprio dalle assenze importanti e da come si è incanalato l’incontro. Non c’era Perico infortunato, penso che Sosio e Pinto siano oro colato perché quando due giocatori sono di valore, si allenano bene tenendo alto il morale senza giocare come gli altri quasi mai, è veramente tanta roba. Avere tre o quattro elementi che sanno fare diversi ruoli pur giocando pochi minuti, li devo solo ringraziare. Sosio si fa sempre trovare pronto e non è da tutti, considerato i ragazzi al giorno d’oggi sono più fragili rispetto a quelli dei miei tempi, e quando qualcuno sta fuori un paio di partite non è facilissimo, può essere più bravi di questi, ma non quanto quello che stanno dimostrando Sosio e qualcun altro. Pinardi ha avuto la possibilità di lavorare bene, aveva già fatto venti minuti con la Coppa Italia, ci auguriamo torni in condizione per bene. C’è stato il primo gol di Okyere, che l’anno scorso non si è visto nei playoff per un infortunio, ed è sempre un piacere vedere segnare un giocatore che rientra dopo cinque mesi di assenza. Ho visto un pubblico molto attaccato alla squadra, che l’hanno sostenuta fino alla fine, come giusto che sia. Ogni anno ci si deve porre un obiettivo, e ci impegneremo a migliorare la posizione dell’anno scorso, senza dimenticare la posizione della classifica dove eravamo impantanati fino a qualche giorno fa. Ora c’è più tranquillità, e speriamo di dare più continuità ai risultati, alla Giana manca solo questo. Tutti hanno pregi e difetti, ma se si riuscisse a realizzare una cosa del genere, togliamo i difetti