Giana, Pinardi: "Abbiamo sofferto molto sugli esterni. Pontedera? Nulla da perdere"

 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 309 volte
Alex Pinardi
Alex Pinardi

Al termine della gara tra Arezzo e Giana Erminio è stato intervistato in conferenza stampa il centrocampista biancoceleste Alex Pinardi, che ha realizzato il suo quarto centro stagionale con gli amaranto.

Alex, grandissima esultanza da parte tua sul gol del 3-3. Ci speravate in questo pareggio considerato come si era messa la partita nel primo tempo?

"Contro l’Arezzo è stata una gara molto difficile, ci hanno messo in difficoltà, si vedeva che loro l’avevano preparata bene, mentre noi non siamo stati brillanti come sempre: abbiamo sofferto molto sugli esterni perché loro avevano molta gamba, facevamo fatica a ripartite, inutile negare che non abbiamo fatto la solita partita, ma alla fine siamo arrivati al pareggio. E, considerato tutto ciò che ho detto, questo risultato ci dà molta fiducia, che deve venirci soprattutto dall’ultima mezz’ora di gioco: perdere 3-1 in casa dell’Arezzo avrebbe ammazzato chiunque. I frutti ottenuti li abbiamo poi raggiunti anche grazie ai cambi che ci hanno dato un’inerzia diversa, ma comunque il merito è di tutti”. 

Giovedì prossimo altra battaglia con il Pontedera.

Del Pontedera mi sorprendere la classifica, con la rosa che hanno meritano ben altre posizioni: penso magari a un giocatore come Santini, solo per fare un nome tra i tanti che i granata hanno. E’ una squadra tosta, la ricordo dall’andata, giocano bene la palla e sono molto tosti, sicuramente dobbiamo già essere in pre allarme, ma andremo per giocarcela come sempre perchè non abbiamo niente da perdere. Ovviamente il fatto di aver giocato tre gare in una settimana può pesare, ma come le abbiamo giocate noi le hanno giocate anche loro”.

Sono ben sessanta i punti accumulati dalla Giana finora, che vi hanno consentito di approdare matematicamente ai playoff.

"Sessanta punti non sono pochi, e sono merito di tutti, ma adesso dobbiamo continuare così”.