ESCLUSIVA TTG - Alessio Dionisi: "Il ricordo della Tritium? Bellissimo, vincente ed indelebile"

 di Mattia Vavassori  articolo letto 565 volte
Alessio Dionisi
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Alessio Dionisi

Difensore centrale, capitano e rigorista. Classe '80, toscano originario di Abbadia San Salvatore (Siena) ma residente a Varese. Dal dischetto ha regalato una salvezza matematica alla Tritium. Stiamo parlando di Alessio Dionisi. Anche lui sarà presente all'amichevole di sabato 20 maggio. Con lui abbiamo ricordato i tempi trascorsi in biancoazzurro.

Alessio, tre aggettivi per descrivere il tuo passato alla Tritium.
"Sicuramente bellissimo, vincente e soprattutto indelebile. Un periodo bellissimo della mia vita calcistica. La Tritium è la Tritium".

La partita più bella?
"Sicuramente Tritium-Sanremese. Una fucilata di Sinato ci ha consegnato la Prima Divisione. Emozionante".

Ti divertivi a tirare i calci di rigore, pur essendo un difensore.
"Sono stato anche rigorista. Due miei rigori a Pavia sono stati decisivi. Nel 2-2 contro il Pavia ricordo benissimo il secondo penalty a pochi minuti dalla fine che ci ha consegnato la salvezza matematica".

Sabato 20 maggio per te vuole dire...
"Ho tanta curiosità ed entusiasmo nel ritrovare tanti amici e tifosi".

Che ricordo hai di Vecchi?
"Un ricordo positivo. Sono veramente felice per lui e non sono stupito del suo successo e del suo approdo seppur da traghettatore all'Inter".

La Tritium è ripartita con un successo.
"Spero che sia solo l'inizio di un nuovo e bellissimo percorso. Forza Forza Forza Tritium. Ci vediamo sabato, non vedo l'ora di riabbracciare Trezzo e i tifosi della Tritium".