ESCLUSIVA TTG - CONOSCIAMOLI DA VICINO - Gabellini: "La Tritium è un sogno che si avvera"

 di Mattia Vavassori  articolo letto 488 volte
Matteo Gabellini
Matteo Gabellini

Matteo Gabellini, classe '95, è uno dei nuovi attaccanti della Tritium. Il giocatore, che conta 91 presenze con 8 reti in serie D all'attivo e che nella vita svolge la professione di falegname, è carico per la nuova esperienza con la casacca biancoazzurra che sta per iniziare in Promozione.

Matteo, spiegaci la tua carriera finora.
"Ho giocato nelle giovanili di Monza e Milan. In seguito sono stato ad Usmate per due stagioni prima di approdare al MapelloBonate, dove ho disputato metà stagione con gli Juniores nazionali per poi essere aggregato in Prima Squadra, dove sono rimasto in serie D per tre anni. Dopo un mese di prova al Caravaggio, sono andato al Basiano Sporting Masate anche per una comodità di vicinanza rispetto a casa".

E' quasi un ritorno il tuo approdo alla Tritium.
"Sì, prima di andare al MapelloBonate, sono stato per un mese in procinto di andare alla Tritium per giocare nella Berretti, purtroppo però per problemi nè miei nè della Tritium il passaggio non è stato possibile. Era destino dunque che prima o poi avrei vestito la casacca biancoazzurra".

Che attaccante sei?
"Non mi reputo una vera e propria punta, forse anche perchè non ho mai fatto troppi gol. Spero di abbattere questo limite mettendomi come obiettivo di quest'anno almeno dieci gol".

La Tritium per te è...
"Quel sogno che purtroppo non ho potuto avverare qualche anno fa. Per questo appena è arrivata la chiamata ho accettato. Dire che la storia della società abbia fatto la sua parte è banale".

Obiettivo stagionale oltre alle dieci reti?
"Proposito per la stagione è senza peli sui denti segnare, giocare e soprattutto vincere".