ESCLUSIVA TTG – Parla Maspero: “Ero nero, la Giana doveva vincere, l’anno prossimo ...”

08.05.2019 08:30 di Stefano Spinelli   Vedi letture
ESCLUSIVA TTG – Parla Maspero: “Ero nero, la Giana doveva vincere, l’anno prossimo ...”

Due giorni dopo l’ultima giornata di campionato, a Riccardo Maspero non è ancora passata l’incavolatura (eufemismo) per la rimonta della Vis Pesaro che ha negato alla Giana Erminio l’11° posto della classifica finale. Raggiunto in esclusiva da TuttoTritiumGiana.com, lo dice lui stesso: “Sono sincero – risponde l'allenatore biancoazzurro – mi passerà solo se il Monza non vince la Coppa Italia, altrimenti ci vorrà ancora qualche giorno”.

Mister, sono però cose che possono capitare. La squadra sul 3-1 si è seduta e forse ha staccato la spina pensando di aver già vinto…

“Secondo me no, ho rivisto la partita due volte. I tre gol della Vis Pesaro sono stati causati da tre incredibili nostri errori individuali. A fine partita ero furibondo perché ci tenevo troppo a finire con una vittoria. Colgo questa occasione per chiedere scusa al pubblico, che non ho salutato come faccio sempre alla fine delle partite e ai giornalisti per non essermi presentato in sala stampa. Sinceramente avevo paura di dire cose grosse delle quali poi mi sarei pentito”.

Le ha dette nello spogliatoio?

“Non tutte, lo farò di sicuro giovedì alla ripresa degli allenamenti. Però qualche bottiglietta nello spogliatoio è volata”.

Il suo bilancio alla Giana è stato comunque più che positivo…

“Ero convinto che se fossimo andati ai playoff avremmo potuto fare strada ed essere quasi la sorpresa perché la squadra è in salute e non è affatto stanca. Ripeto, con la Vis Pesaro abbiamo buttato via una partita già vinta con tre errori incredibili. Detto questo devo comunque ringraziare questo gruppo che mi ha seguito fin dal primo giorno e grazie alla disponibilità e voglia di questi ragazzi abbiamo potuto fare quello che abbiamo fatto”.

E adesso?

“Adesso aspetto tranquillo la chiamata del presidente per continuare a lavorare nella Giana Erminio dove mi sono trovato molto bene e dove voglio continuare”.

L’incontro potrebbe esserci la prossima settimana. Lei chiederà  qualcosa in particolare per restare?

“Innanzitutto ascolterò cosa mi dirà la società e soprattutto cosa vorranno fare la prossima stagione. In base ai loro obiettivi, io dirò cosa serve a questa squadra per raggiungerli e poi vedremo insieme cosa si potrà fare in funzione del budget a disposizione. Se possibile vorrei dire ai tifosi della Giana e al pubblico di Gorgonzola, che non ho salutato domenica scorsa, che ci rivedremo nella prossima stagione perché io voglio restare qua”.

Proprio come lo striscione esposto prima della partita con la Vis Pesaro: “E siamo ancora qua, eh già”.