ESCLUSIVA TTG - Tritium, Mapelli: "Umiltà, sacrificio e lavoro devono essere le nostre armi"

04.07.2018 08:00 di Mattia Vavassori  articolo letto 259 volte
Mattia Mapelli
Mattia Mapelli

Mattia Mapelli, centrocampista classe '92, è stato uno dei protagonisti della scorsa stagione ed è tra i confermati della Tritium. Il giocatore cresciuto nelle giovanili biancoazzurre è carico.

Mattia, come ti senti?
"Sono molto contento di essere stato riconfermato dopo la vittoria del campionato di Promozione dello scorso anno. Questa maglia e questa società per me sono molto importanti e non vedo l'ora di iniziare".

Come vedi l'Eccellenza, categoria in cui tu hai già giocato?
"Sono alla seconda stagione consecutiva in maglia biancoazzurra e la voglia di vincere è la stessa dello scorso anno, ma dobbiamo essere realisti: l'Eccellenza è completamente un'altra cosa. Umiltà, sacrificio e lavoro devono essere le nostre armi per affrontare ogni partita".

Hai degli obiettivi stagionali?
"Personalmente devo onorare di sicuro la maglia ogni volta che il mister mi chiederà di scendere in campo. Per quanto riguarda quelli stagionali è inutile nascondersi, la Tritium è una società ambiziosa e che nella sua storia ha sempre disputato campionati da protagonista, ma dobbiamo essere realisti,categoria nuova giocatori nuovi: cerchiamo la salvezza il prima possibile; poi, in base a quante partite mancheranno, vedremo se sarà possibile puntare a qualcosa di più importante".

Sei un centrocampista col vizio del gol.
"Speriamo di battere il mio record in Eccellenza di otto reti: non è la mia prerogativa gonfiare la rete. Chi segna non sarà importante: la cosa fondamentale sarà quella di trovare subito un equilibrio e una solidità che ci permetterà di subire il meno possibile. Conoscendo le nostre punte qualcuno prima o poi la butta dentro".

Come vedi i nuovi arrivi?
"Sinceramente conosco solo Acerbis e Pellizzari, giocatori importanti per questa categoria e che sicuramente ci daranno una grossa mano dentro, soprattutto fuori dal campo. Per il resto ci ha pensato il direttore sportivo Leo e conoscendolo avrà preso dei giocatori importanti. E' fondamentale che i nuovi acquisti capiscano subito cosa vuol dire giocare nella Tritium comprendendo che la maglia che indossano non è come le altre".

Grazie Mattia.
"Vi aspettiamo l'11 luglio per presentare la nuova squadra. Ciao a tutti e Forza Tritium".