Una super Tritium mette al tappeto la capolista NibionnOggiono

Tritium-NibionnOggiono 2-1
03.03.2019 19:30 di Mattia Vavassori  articolo letto 892 volte
La Tritium in campo oggi
La Tritium in campo oggi

 Una grande Tritium batte la capolista NibionnOggiono in casa e riduce la distanza in classifica a sette punti. Di fronte ad un pubblico numeroso (più di 700 spettatori, tra i quali Roberto Gagliardini, centrocampista dell'Inter, presente ad assistere alla gara del fratello Andrea, calciatore degli ospiti, ndr) i ragazzi di mister Marco Sgrò hanno disputato la partita perfetta ottenendo la posta in palio piena. Trascinati da uno scatenato Guerrini, da bomber Volpi e da Mapelli in versione uomo assist, i biancoazzurri hanno messo al tappeto un NibionnOggiono che ha messo il naso davanti soprattutto nella ripresa. Tutte le reti si sono concretizzate nel primo tempo, tra il 14' e il 21'.  In una bolgia come ai vecchi tempi, è la Tritium ad imporre il ritmo del gioco sottomettendo il NibionnOggiono. Al 4' è Volpi a scaldare l'ambiente con una girata. Al 12' numero di Volpi spalle alla porta, tiro al volo e palla sull'esterno della rete. Al 14' la Tritium trova la via del gol: Mapelli dalla bandierina imbecca Guerrini che in mischia insacca di testa facendo esplodere la gioia dei numerosi tifosi dello stadio "La Rocca" di Trezzo sull'Adda. Al 20' dagli sviluppi di un calcio d'angolo Perego si libera in area e di testa lasciato solo fulmina Acerbis. Passano sessanta secondi e un super Mapelli serve un assist d'oro per Volpi che da rapace dell'area di rigore in diagonale deposita la sfera nel sacco. Al 37' tiro al volo di Tagliabue che si alza sopra la traversa. Nella ripresa la gara diventa a tratti cattiva e viene condizionata dall'arbitraggio. E' il NibionnOggiono a provare a raddrizzare il risultato: al 16' Iori calcia fuori una punizione. Al 21' mister Sgrò chiama un cambio, chiedendo di inserire Galbiati al posto di Volpi. Quest'ultimo non si accorge che sul tabellone compare il suo numero di maglia e ritarda l'uscita dal campo che spinge l'arbitro a sventolare il cartellino giallo al giocatore che, già ammonito, viene espulso, tra le proteste del pubblico di casa. Al 26' viene allontanato lo stesso Sgrò per proteste, mentre al 32' viene pareggiato il numero dei giocatori in campo con l'espulsione di Redaelli per fallo da ultimo uomo. Al 42' Delle Fave con incornata centrale impegna il portiere biancoazzurro, mentre in pieno recupero sempre Delle Fave mette la palla fuori di un soffio. E' la Tritium a vincere: tre punti d'oro che consentono di continuare a cullare il sogno serie D.

Tritium-NibionnOggiono 2-1

Tritium (4-3-3): Acerbis; Caferri, Capelli, Perico, Leotta (27'st Tremolada); Motta, Marinoni, Mapelli (22'st Galbiati); Castelli (1'st Cascino), Guerrini (47'st Secchi), Volpi. All. Sgrò. A disposizione: Scuteri, Bertaglio, Botta, Ghounaf, Gabellini. 

NibionnOggiono (4-4-2): Petrisor; Panzeri (46'st Desogus), Redaelli, Perego, Gambazza; Meyergue (1'st Delle Fave), Tagliabue, Baldan, Iori (40'st Bollini); Isella, Ieriti (1'st Bovis). All. Commisso. A disposizione: Ceesay, Gagliardini, Zullo, Pellegatta, Brambilla.

Arbitro: Lacertosa di Sesto San Giovanni (Minieri-Arizzi)

Reti: 14'pt Guerrini (T), 20'pt Perego (N), 21'pt Volpi (T) 

Note: giornata soleggiata. Temperatura 15°. Angoli: 3-6. Ammoniti: Meyergue (N), Volpi (T), Panzeri (N), Perico (T), Isella (N), Capelli (T), Cascino (T), Delle Fave (N). Espulsi: al 21'st Volpi (T) per doppia ammonizione; al 26'st Sgrò (allenatore della Tritium) per proteste; al 32'st Redaelli (N) per fallo da ultimo uomo. Recupero: 1'pt+5'st.