Giana Erminio, mister Cesare Albè: "E' stato difficile scalfire il Rimini"

03.02.2019 10:45 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 177 volte
Cesare Albè a Rimini
Cesare Albè a Rimini

Dopo il pareggio a reti inviolate contro il Rimini è intervenuto in conferenza stampa il mister biancoceleste Cesare Albè: “Quando si gioca con due moduli speculari ovviamente le prestazioni che vengono fuori da entrambe le squadre non sono il massimo, è stato difficile scalfire il Rimini. Il pareggio non soddisfa nessuno, ma prendiamoci un punto piuttosto che niente, è una squadra che ha pareggiato anche con la Juventus in Serie B (ride, ndr) ma non abbiamo fatto nulla di più per portarcelo a casa. Ci vuole un po’ di tempo per i nuovi arrivati. Ha giocato Gianola, a nostro parere ha gestito meglio tutto il reparto, ha un’identità diversa rispetto agli altri che stiamo utilizzandndo con parsimonia. E’ entrato Giudici per dar fastidio al loro centrocampista basso, abbiamo cercato di modificare qualcosa, spero che nel giro di una decina di giorni facciano in fretta per conoscere abitudini del resto della squadra considerato non siamo a luglio. Probabilmente arriveranno a dare il meglio l’anno prossimo, ma il meglio va dato adesso in questo periodo fondamentale. Sono quattro giocatori dal Monza fuori discussione, le difficoltà della classifica si vedono tutti, andiamo avanti riuscendo a portare via un po’ di punti ovunque e acquisendo man mano più sicurezza. Poca roba sui tiri in porta con Dalla Bona nel primo tempo, nella ripresa hanno guadagnato campo mettendoci all’angolo schierando un 3-4-1-2, d’altra parte non siamo in grado con tanta facilità di cambiare sistema di gioco. Abbiamo ceduto giocatori del calibro di Chiarello, Palma e Rocchi per loro volontà di andare in belle piazze, il nostro presidente li ha accontentati. Difficoltà del girone B? La nostra migliore annata l’abbiamo compiuta due anni fa giocando un gran calcio in tutta la Toscana, abbiamo cambiato parecchio e questa stagione ci siamo trovati in questo girone di ferro. Menomale non ci sono problemi di natura economica per i ragazzi, ma stanno veramente faticando altre squadre che come noi hanno disputato i playoff la passata stagione, AlbinoLeffe e Renate in primis. Per restare in vita ripeto, dobbiamo cercare di portare via punti da ogni campo. Abbiamo avuto una bella botta a Imola che ha devastato tutti noi col mister che ha rassegnato le dimissioni, è un anno dove se riuscissimo a cavarcela pure questa stagione senza passare dai playout sarebbe veramente tanta roba".