Le pagelle di Giana-Livorno: brutta gara e nessun tiro nello specchio

12.03.2018 19:15 di Stefano Spinelli  articolo letto 380 volte
Il minuto di silenzio
Il minuto di silenzio

GIANA ERMINIO

SANCHEZ 5,5 In entrambi i gol c’è un suo concorso di colpa, ma soprattutto dopo il primo perde sicurezze. Forse per ritrovarsi dovrebbe riposare come già capitato durante il girone d’andata.

S. PERICO 5.5 Allontana male in occasione del primo gol, poi cerca di recuperare sfiorando a sua volta la marcatura con un bel tiro che esce di poco (dal 37’ s.t. CAPANO s.v.).

BONALUMI 6 Montini e Manconi non creano grossi pericoli, i problemi sono sulla fascia destra dove c’è Murilo.

MONTESANO 6,5 Sta diventando il leader della difesa e spesso fa partire l’azione da dietro. Sfiora anche il gol su calcio di punizione dal limite.

FOGLIO 6 Attacca come sempre la fascia anche se con un cliente come Murilo forse era meglio spingere di meno. Il brasiliano lo batte nel primo gol e nel secondo tocca a Degeri cercare di fermarlo (dal 37’ s.t. SECK s.v.).

IOVINE 6 Non una gran partita la sua, anche se all’inizio va vicino al gol con un pezzo di bravura che solo i grandi sanno fare. Mette in mezzo un paio di buoni cross, poi si spegne lentamente.

DEGERI 6 Stavolta tocca a lui e pur senza strafare gioca una buon partita. Lo certifica anche il pubblico che rumoreggia quando Albé lo sostituisce (23’ s.t. PERNA 5,5 Non è al massimo della condizione per un problema fisico e si vede).

MAROTTA 6,5 Il capitano è sempre tra i migliori, anche al cospetto del roccioso centrocampo del Livorno. Svolge entrambe le fasi senza risparmiarsi.

CHIARELLO 6 Non riesce ad essere pericoloso, né sulla fascia né in mezzo al campo tra le linee dove Albé lo sposta nella ripresa (dal 37’ s.t. GRESELIN s.v.).

S. BRUNO 5 Prova due colpi di testa che finiscono molto lontano dalla porta e un paio di conclusioni ribattute, poi più nulla.

GULLIT 5 Finalmente titolare, fa però solo il solletico alla difesa del Livorno che gli prende presto le misure e lo rende inoffensivo per tutta la gara.

            LIVORNO

Pulidori 6,5; G. Perico 6, Borghese 6,5, Gonnelli 6, Franco 6,5; Valiani 6,5 (dal 37’ s.t. Pedrelli s.v.), A. Bruno 7, Kabashi 6; Murilo 7 (dal 26’ s.t. Bresciani 6), Montini 5,5 (dal 37’ s.t. Vantaggiato s.v.), Manconi 5,5 (dal 15’ s.t. Doumbia 6).

L’ARBITRO: Amabile 6,5.