Le pagelle di Piacenza-Giana: bene per 50 minuti, poi cala il sipario

 di Stefano Spinelli  articolo letto 321 volte
Dopo il gol di Marotta
Dopo il gol di Marotta

GIANA ERMINIO

TALIENTO 5 Nel primo tempo para un gran tiro di Masciangelo e sembra in serata, ma nella ripresa si fa beffare sul suo palo dalla punizione di Taugourdeau e poi crolla come tutta la squadra.

PERICO 5,5 Rientrava dopo due partite per infortunio, si limita a svolgere il compitino senza incidere più di tanto.

BONALUMI 5 Tranquillo nel primo tempo, vede le streghe nella ripresa contro la fisicità di Romero. E’ sfortunato nei rimpalli, da cui nascono il secondo e il terzo gol e la sua partita finisce lì.

MONTESANO 6 Non aiuta troppo Bonalumi ma in compenso si aggiunge a Pinto come regista della squadra. Dai suoi piedi nasce l’azione del gol di Marotta, ma bisogna difendere di più.

SOSIO 5,5 In campo al posto di Iovine, sbaglia subito un’ottima occasione davanti alla porta di Fumagalli. Nella ripresa commette il fallo su Masciangelo che origina la punizione di Taugourdeau (dal 28’ s.t. SECK 5,5 Si piazza alto sulla fascia ma non combina granché).

CHIARELLO 5,5 Stavolta gioca interno di centrocampo e non dietro le punte. Appare stanco dopo una stagione in cui ha giocato sempre e non si vedono i suoi famosi strappi (dal 44’ s.t. DEGERI s.v.).

PINTO 6 In mezzo al campo tampona le azioni del Piacenza e cerca di impostare quelle della Giana fin quando dura la benzina (dal 27’ s.t. CAPANO 5,5 Vale quando detto per Seck. In 20 minuti poteva fare di più).

MAROTTA 6,5 Nel centrocampo a cinque sfrutta le sue qualità di inserimento in area. Si era già visto con l’Arzachena e si rivede al Garilli quando mette in rete al volo l’assist di Gullit. Come sempre è uno degli ultimi ad arrendersi alla superiorità del Piacenza. E adesso per il capitano c’è un contratto da rinnovare.

FOGLIO 6,5 Nel primo tempo tutte le azioni della Giana arrivano dalla sua fascia. Pronti via, è suo l’assist per Sosio che manca la deviazione in porta. Sbaglia il gol del 2-0 davanti a Fumagalli dopo un contropiede 4 contro 2 (dal 39’ s.t. GRESELIN 6,5 Si toglie la soddisfazione di segnare nel recupero il suo secondo gol nei professionisti).

PERNA 5,5 Senza Bruno, ci si aspettava da lui un acuto che non è arrivato. Solo un tiro in porta in tutta la gara, troppo poco per il miglior bomber stagionale della Giana (15 gol compreso quello in Tim Cup nel luglio scorso).

GULLIT 6 Più mobile e attivo di Perna: regala a Marotta l’assist del primo gol e nella ripresa, anche a gara ormai chiusa, si sbatte per tentare di riaprirla.

            PIACENZA

Fumagalli 6; Bini 6 (dal 12’ s.t. Taugourdeau 7), Silva 6, Pergreffi 6; Castellana 6, Segre 6,5, Della Latta 5,5, Corradi 6 (dal 42’ s.t. Franchi sv), Masciangelo 6,5; Pesenti 6,5 (dal 36’ s.t. Di Molfetta sv), Corazza 5 (dal 1’ s.t. Romero 7,5).

L’ARBITRO: Zingarelli di Siena 6.