Le pagelle di Tritium-Casalmaiocco: la caparbietà non basta per vincere

 di Stefano Spinelli  articolo letto 287 volte
La Triitum con il Casalmaiocco
La Triitum con il Casalmaiocco

TRITIUM

CORTESE 5,5 Fino a 7’ dalla fine si oppone bene a tutti i tiri del Casalmaiocco, poi si fa uccellare dalla palombella di Barone da quasi 40 metri.

CAFERRI 6 Non scende sulla fascia con continuità come al solito e fatica a contenere Zanon.

VACCA 5,5 Nel primo tempo “liscia” un paio di volte nella sua area, un pò meglio nella ripresa.

BONASSI 6 Senza Valota a fianco, fatica più del previsto per contenere le folate del Casalmaiocco.

LOFFREDO 6 Preferito a Tasca dopo la bella partita in Coppa Italia, stavolta non si ripete a quel livello (24’ st TASCA 6 Entra e prova subito a spingere sulla fascia).

CORTESI 6 Soprattutto per lui era la sesta partita in 18 giorni perché le ha giocate tutte. Tiene la posizione e lotta contro i centrocampisti avversari.

MARINONI 6,5 Con lui in campo il pallone gira bene da una parte all’altra; purtroppo si fa male presto (23’ pt CASSANI 6 Con caparbietà prova a fare il Marinoni ma non è la stessa cosa).

LEGRATI 6 Discreto lavoro a centrocampo ma non va aldilà del compitino (16’ st MAPELLI 6 Prova a fare qualcosa in avanti, un paio di sue conclusioni vengono ribattute dai difensori).

GABELLINI 6 Stavolta Rizzi lo schiera esterno nel 4-3-3 in quello che probabilmente è il suo ruolo: ha le qualità per saltare l’avversario ma non sempre le sfrutta a dovere.

GALBIATI 6,5 Senza Franchini infortunato tocca a lui timbrare il cartellino in zona gol: ci riesce già nel primo tempo ma l’arbitro annulla un suo gol di testa apparso regolare, poi nella ripresa trasforma con sicurezza il rigore.

VERGA 6 Anche per lui una domenica da esterno. Si adatta bene nel primo tempo mettendo un paio di cross interessanti, poi cala nella ripresa (26’ st RANCATI 6 In venti minuti prova a dare tutto con grande impegno).