Prima vittoria della Giana che lascia l’ultimo posto in classifica

Giana Erminio-Novara 2-1
13.10.2019 19:26 di Stefano Spinelli   Vedi letture
Gianluca Piccoli
Gianluca Piccoli

La Giana Erminio soffre le pene dell’inferno ma alla fine vince la prima partita del campionato battendo il Novara 2-1. I gol della Giana, entrambi nel primo tempo, sono stati segnati da Piccoli e Pinto. Nella ripresa il giovane Capanni, classe 2000, ha accorciato le distanze per il Novara che si è arreso solo al 95’. 

Parte meglio il Novara che al 10’ approfitta di un errore di Pirola, tiro di Bianchi che Perico respinge sulla linea salvando la Giana. Al 13’ punizione di Peralta, respinta da Marenco. La Giana ci mette un po’ a carburare e al 20’ passa in vantaggio: grande azione di Pinto che impegna Marchegiani, sugli sviluppi dell’azione gran tiro di Piccoli da fuori area che centra l’angolino. Al 26’ punizione di Pinto parata a terra da Marchegiani. L’iniziativa è del Novara, la Giana resta sulla difensiva. Al 39’ gran parata di Marenco su tiro a giro di Peralta destinato all’incrocio dei pali. La Giana risponde con un tiro di Mutton al 41’ parato facilmente da Marchegiani. Ma al 44’ il Città di Gorgonzola esplode di nuovo grazie alla rasoiata di Pinto che indovina l’angolino dove Marchegiani non ci può arrivare. 2-0 Giana e pubblico impazzito. 

Nella ripresa il Novara riprende ad attaccare e la Giana si difende. Partita a senso unico con i piemontesi sempre in attacco. All’8’ entra Capanni, classe 2000, ex Primavera del Milan e proprio lui dieci minuti dopo accorcia le distanze con un tiro da fuori area che batte Marenco. La Giana reagisce subito: al 19’ un tiro di Perna viene deviato da Marchegiani con la punta delle dita e finisce contro il palo. Giana sfortunata. Bisogna soffrire. La Giana toglie Maltese e Mutton e inserisce Capano e Zulli. Albé ordina a Bozzini di passare al 4-5-1, gara molto difensiva contro un buon Novara che continua ad attaccare. Escono anche un esausto Madonna e Perna, dentro Sosio e Gioé, ma quest’ultimo perde subito due palloni sanguinosi consentendo al Novara di ripartire. Bisogna lottare con il coltello tra i denti, la Giana lo fa e vince la prima partita del campionato lasciando anche l’ultimo posto in classifica per la prima volta dall’inizio della stagione. Prima volta anche con due gol nella stessa partita dall’inizio del campionato per la Giana Erminio. Stasera il cielo sopra Gorgonzola è finalmente biancoazzurro.

GIANA – NOVARA 2-1

MARCATORI Piccoli (G) al 20’, Pinto (G) al 44’ p.t.; Capanni (N) al 17’ s.t.

GIANA (4-3-1-2) Marenco; Madonna (dal 34’ s.t. Sosio), Pirola, Montesano, Perico; Pinto, Maltese (dal 22’ s.t. Capano), Piccoli; Remedi; Perna (dal 34’ s.t. Gioé), Mutton (dal 28’ s.t. Zulli). (Leoni, Gambaretti, M’Zoughi, Pedrini, Stanzione, Otelé, Cortesi, Cazzago). All. Bozzini (Albé squalificato).

NOVARA (4-3-3) Marchegiani; Cassandro, Sbraga, Pogliano, Cagnano (dal 42’ s.t. Gonzalez); Bianchi, Fonseca (dal 28’ s.t. Pinzauti), Collodel (dal 1’ s.t. Nardi); Peralta (dall’8’ s.t. Capanni), Bortolussi, Piscitella. (Marricchi, Ferrara, Tartaglia, Schiavi, Zunno, Buzzegoli, Visconti, Bellich). All. Banchieri.

ARBITRO Cairano di Ariano Irpino 6.

NOTE Spettatori 779, abbonati 265, incasso di 4.262 euro. Ammoniti Pinto, Piscitella. Remedi, Marenco, Nardi, Capano, Sosio. Angoli 0-6. Recupero 1’+4’.