Tritium, pres. Camoni: "Voglio una squadra forte e competitiva"

 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 694 volte
Juri Camoni
Juri Camoni

Il primo ad intervenire alla presentazione della Prima Squadra Tritium allo stadio 'La Rocca' di Trezzo sull'Adda, è stato il presidente abduano Juri Camoni, che ha fissato chiaramente gli obiettivi per il campionato di Promozione 2017/2018 e per la disputa della Coppa Italia di categoria: “L’ anno scorso abbiamo scritto la storia, riuscendo a fare ripartire la Prima Squadra a Trezzo. Dopo qualche anno di assenza dai campi, vogliamo riscrivere il secondo capitolo di questo nuovo corso, e vogliamo farlo bene. La scorsa stagione mi hanno guardato un po’ diffidenti, perché non ho mai fatto calcio in vita mia, sono entrato nel calcio grazie a Gianluca Leo e a chi a Trezzo ha a cuore la Tritium, un qualcosa al di là del calcio legato al territorio nel quale viviamo. Mi sono innamorato della Tritium e vogliamo le cose fatte bene. Ho chiesto a Gianluca Leo, amico e collega di lavoro, oltre che grande professionista di questo mestiere, di allestire una squadra forte e competitiva perché anche quest’anno vogliamo vincere. Questo è uno degli aspetti caratteristici di una piazza come Trezzo, cioè avere un pubblico fantastico con un folklore unico, tale per la Promozione ed altre categorie. Il consiglio direttivo della Tritium è snello, con il direttore sportivo Gianluca Leo e il responsabile del settore giovanile Nicola Bassani, che ha salvato il salvabile quando la Tritium era fallita. Credo ci siano tutti gli ingredienti per fare bene, la società ci tiene a fare bene, gente corretta e pulita, e vogliamo altrettanta eleganza e correttezza per quelle che sono le persone che ci circondano. Non ci piace la maleducazione e andare oltre le righe, e vogliamo dare un’impronta sana a questa Tritium, ed è il lavoro che dovremo fare. A livello giovanile siamo una società complessa con 17 squadre, rispetto al primo anno quando c’erano molte meno squadre. L’anno scorso è vero, abbiamo vinto il campionato però tante cose sono ancora da migliorare. Andiamo avanti e ci diamo da fare. Ci piacerebbe alzare anche la Coppa, dove eravamo stati eliminati anzitempo l’anno scorso