Nel recupero odierno tra Giana Erminio e Piacenza, valido per la nona giornata di Serie C Girone A, i calciatori scendono in campo con una striscia rossa sul viso per la giornata mondiale contro la violenza alle donne. La fortuna non sorride a Cesare Albè, ed oltre agli otto già assenti, se ne aggiungono due per un infortunio durante il riscaldamento prepartita: Maltese e Ferrario, sostituiti rispettivamente da Finardi e Corti. La formazione vede Acerbis tornare tra i pali, in difesa Marchetti, Bonalumi e Montesano. A centrocampo Zugaro e De Maria esterni mentre in mezzo, con Rossini, Finardi e Pinto. In attacco Corti con Perna. Il Piacenza fa i conti con una rosa letteralmente decimata dal focolaio di Coronavirus che da due settimane sta martoriando la squadra. Sono ben 14 i giocatori positivi, a cui aggiungere, tra staff tecnico e dirigenti, un’altra decina di persone. Quasi azzerato l’attacco che patisce le assenze di Gonzi, Babbi e Maio, ma non sta meglio il reparto portieri con Vettorel che ne avrà per un mese e Stucchi, al rientro da un infortunio, abile solo per la panchina.  In porta dunque gioca titolare Libertazzi arrivato dal mercato degli svincolati due giorni fa. A centrocampo gli altri assenti sono l’ex Palma, D’Iglio e Miceli, al loro posto Galazzi, Corbari, e Pedone. Nel reparto difensivo Simonetti, Battistini, Bruzzone e Renolfi. Il trequartista è Corradi; mentre le due punte Ghisleni e Siani. Per quanto concerne i precedenti, la Giana li ha vinti entrambi giocati in casa: 3-2 nella stagione 2016-17 e 4-3 nella stagione 2017-18.

Primo Tempo

Ottima partenza dei padroni di casa con al 5’ uno scambio tra Rossini e Perna, Renolfi sventa il pericolo. Gara che inizia a mettersi sul piano nervoso al 7’ con Galazzi, il direttore di gara si limita a richiamare. Al 9’ è SImonetti a commettere una grave irregolarità ai danni di Pinto, questa volta il giallo è inevitabile. Punizione calciata dallo stesso Pinto che con un gran tiro concretizza la rete del vantaggio. Al 18’ Corradi va col mancino, primo vero spavento per la formazione di casa. Al 22’ altro tentativo degli emiliani di agguantare il pareggio con Corbari, Acerbis neutralizza. Al 25’ Pinto appoggia per Perna, che riesce a insaccare: è la rete del raddoppio. Al 27’ brutto fallo ai danni di Pinto da parte di Corradi, altro cartellino giallo del match. Al 28’ De Maria per Rossini, Libertazzi incredibilmente liscia, la sfera conclude fuori di poco. Al 29’ altro giallo rimediato dagli ospiti con Pedone. Al 34’ clamoroso errore con Zugaro che serve Siani. Al 35’ punizione battuta da Corradi, Acerbis trattiene. Al 37’ ingenuità di Pedone, è il secondo giallo per lui e viene spedito negli spogliatoi. Al primo minuto di recupero Corradi riparte e viene fermato irregolarmente da Perna, è la prima ammonizione tra le fila biancocelesti.

Secondo Tempo

Già due cambi al rientro in campo per gli emiliani. Lamesta prende il posto di Galazzi, mentre Ballarini quello di Simonetti. Al 53’ il sig. Scarpa estrae un giallo indirizzato a Zugaro. Al 54’ mister Manzo decide la terza sostituzione: esce Ghisleni, entra Maritato. Al 56’ un altro giallo per i padroni di casa: Bonalumi atterra Siani. Al 56’ Ballarini stende De Maria: questa volta è ammonizione per i biancorossi. Al 57’ Corbari conclude col piattone, sfera che sfila il legno. Al 58’ Zugaro atterra Corradi e viene espulso. Al 61’ doppio cambio per i biancocelesti: Capano rileva Corti, mentre Barazzetta prende il posto di Finardi. Al 63’ Siano cade dopo un intervento di Marchetti, per l’arbitro torinese è però tutto regolare. Al 66’ tra le fila piacentine Renolfi lascia spazio a Martimbianco. Al 71’ bellissimo passaggio di De Maria per Capano, provvidenziale l’intervento di Bruzzone. All’82’ Battistini viene richiamato da mister Manzo in panchina, al suo posto entra Losa. All’87’ Perna vede Libertazzi fuori dai pali. Al 93’ Pinto subisce un fallo e resta a terra. Viene sostituito con Dalla Bona. Finisce qui il match dopo sei minuti di recupero. Seconda vittoria consecutiva per la Giana Erminio che risale la classifica e si porta in piena zona salvezza a quota 13 punti.

GIANA (3-5-2) Acerbis; Marchetti, Bonalumi, Montesano; Zugaro, Rossini, Finardi (dal 61’ Barazzetta), Pinto (dal 93’ Dalla Bona), De Maria; Corti (al 61’ Capano), Perna. A disposizione: Zanellati, D’Aniello, Benatti, D’Ausilio. All. Albé.

PIACENZA (4-3-1-2) Libertazzi; Simonetti (dal 46’ Ballarini), Battistini (dall’ 82’ Losa), Bruzzone, Renolfi (dal 66’ Martimbianco); Galazzi (dal 46’ Lamesta), Corbari, Pedone; Corradi; Ghisleni (dal 54’ Maritato), Siani. A disposizione: Stucchi, Hatley, Casali. All. Manzo. 

ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno.(Torino). Assistenti: Giuseppe Cesarano di Castellammare di Stabia e Paolo Cipolletta di Avellino.

MARCATORI: 9’ Pinto (G), 25’ Perna (G).

NOTE: giornata soleggiata con 11°, campo in ottime condizioni. Ammoniti: 9’ Simonetti (P),  27’ Corradi (P), 29’ e 37’ Pedone (P), 45’ + 1’ Perna  (G), 53’ Zugaro (G), 56’ Bonalumi (G), 58’ Ballarini (P). Espulsi: 37’ Pedone (P), 58’ Zugaro (G). Angoli:  3-5. Recupero: 3’ + 6’.

Sezione: EDITORIALE / Data: Mer 25 novembre 2020 alle 16:57
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print