A tre giorni dall'ultima partita di campionato della Giana Erminio, ha parlato ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com il centrocampista Daniele Dalla Bona. Contro la Pistoiese al "Città di Gorgonzola" i biancocelesti si giocano la stagione, ed il classe 1983 la pensa così sul delicato match: "Mancano ormai gli ultimi 90', ma noi arriviamo a domenica fiduciosi e carichi. Ultimamente abbiamo centrato qualche pareggio di troppo, in gare come quelle contro Grosseto e Pro Patria avremmo dovuto mantenere il vantaggio acquisito, però dalla nostra c'è comunque questa costanza di risultati che non era mai successa prima, quindi ci crediamo. Il gruppo ha dei valori, lo ha dimostrato anche il fatto che a gennaio non è stato ritoccato. Ovviamente c'è un po' di rammarico per qualche episodio, ma ormai dobbiamo pensare solo a domenica: il nostro girone è estremamente equilibrato, negli altri due chi ha i nostri punti è già salvo".

I ragazzi di mister Oscar Brevi hanno incamerato fino ad oggi 41 punti, molti dei quali accumulati in questo girone di ritorno: "Sicuramente con un paio di punti in più saremmo stati al sicuro, ma andare a ricercare le cause di cosa non è andato non è neppure semplice. Alla fine credo che si sia stati penalizzati dalle tante defezioni iniziali, le hanno avute tutte ma noi, in fase di costruzione di un gruppo nuovo, siamo stati frenati in una crescita che si è invece vista ed è stata confermata dai risultati".

Ma pure la Pistoiese, come la Giana, si giocherà il campionato: "Noi arriviamo al match con le nostre certezze e consapevoli che tutto dipende da noi, questo ci deve dare forza. La partita sarà sicuramente molto delicata, anche loro effettivamente si giocano tanto, forse hanno una posizione anche più complessa della nostra, e anche se tutti ci danno come favoriti non sono certo una formazione da sottovalutare: in una gara secca non si possono fare calcoli, sono partite a sè. Comunque belle da giocare, quando c'è in palio qualcosa è tutto più esaltante per un calciatore, e noi abbiamo anche voglia di rivincita dopo lo scorso anno".

La salvezza, in caso non arrivasse il successo contro gli orange, potrebbe dipendere dal risultato degli altri campi: "E' molto più saggio guardare solo a noi. Se poi vinceranno le altre e a noi non andasse bene allora li guarderemo gli altri risultati, li ci sarà da fare i conti per forza, ma ripeto, guardiamo a noi e pensiamo a vincere. Sarebbe delittuoso pensare anche solo al pareggio, e arriveremmo ai playout con grande rammarico. Lottiamo fino in fondo, senza calcoli".

Guai però parlare di playout: "Dobbiamo solo focalizzarci sull'esultare a fine partita, deve essere quello l'unico pensiero".

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Ven 30 aprile 2021 alle 11:45
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print