Dopo il conseguimento della laurea, è stato intervistato dall'ufficio stampa del Rimini il centrocampista ex Giana Erminio Antonio Palma, che ha commentato così l'esito dell'esame: “Sono soddisfatto, considerato che avevo la media del 24 e partivo da 90, aver ottenuto 5 punti su 7 è un buon risultato. La discussione è avvenuta in video conferenza, causa l’emergenza Covid al momento non è ancora possibile farla in aula, ma si è trattato comunque di un momento emozionante, da ricordare”.

Antonio racconta come è riuscito a conciliare l’attività lavorativa con lo studio e per quale motivo ha scelto proprio questo percorso formativo: “Sicuramente la mia scelta ha comportato sacrifici, ma mi ha anche permesso di impegnare la mente nel tempo libero. A Rimini, così come nelle altre città dove ho giocato, ogni giorno mi sono recato in biblioteca per studiare e prepararmi agli esami. Quanto al percorso mia mamma è avvocato, dunque si tratta di un ambito che mi è sempre piaciuto. In questo senso è stata importante anche Sara, la mia fidanzata, che ha terminato un anno e mezzo fa lo stesso corso di studi alla Bicocca di Milano e mi ha dato una bella mano”.

Difficile, al momento, dire se un domani, una volta appese le scarpette al chiodo, Antonio indosserà la toga al posto di maglietta e pantaloncini: “Per quello occorre superare l’esame di stato al termine di un tirocinio di un anno e mezzo, cosa che ora mi risulterebbe difficile. Forse più avanti, nel breve periodo vorrei invece fare un master, magari in diritto sportivo, ma le cose che mi appassionano sono tante. Ad esempio mi piacerebbe anche diventare giornalista, sempre nell’ambito dello sport”. 

Col raggiungimento di un traguardo così importante non può mancare una dedica speciale: “Come scritto nella stessa tesi il mio grazie va alla mia famiglia e alla mia fidanzata perchè hanno sempre creduto in me”.

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Dom 14 giugno 2020 alle 23:15 / Fonte: riminifc.it
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print