In un sabato di fine febbraio atipicamente tardo-primaverile ma ventilato, si gioca allo stadio comunale “Città di Gorgonzola” la partita tra Giana Erminio e Pro Vercelli, che all’andata fu rinviata per nebbia e giocata dopo 18 giorni al “Piola”, valida per la 7^ giornata di ritorno Serie C girone A. Prima del fischio d’inizio si osserva un minuto di silenzio per la scomparsa di Massimo Chiappella, padre del mister della Primavera biancoceleste Andrea, spirato giovedì. Contro la terza in classifica, che non vede la sconfitta da ben dieci match, mister Brevi torna al 3-5-2 e schiera nel reparto arretrato Marchetti, Bonalumi e Perico davanti ad Acerbis, a centrocampo Madonna, Palazzolo, Pinto, Greselin, Zugaro, le due punte Ferrario e Perna. I piemontesi invece rispondono con un 3-4-3: in difesa Masi, Auriletto, Hristov davanti a Saro, nella fascia centrale Iezzi, Nielsen, Emmanuello, Gatto, invece in attacco Della Morte, Comi, Zerbin.

Primo Tempo

Al 9’ Pro Vercelli subito col piede sull’acceleratore con Nielsen che pericolosamente conclude, ma Acerbis neutralizza. Al 25’ punizione dal limite di Greselin, deviata in corner: sugli sviluppi spizzata di Bonalumi, Palazzolo mette di poco fuori. Al 29’ ammonito Perico che atterra Della Morte in area, è rigore: dal dischetto Comi sblocca il risultato. 

Secondo Tempo

Al 55’ Comi insacca di testa a porta vuota dopo un'uscita a vuoto di Acerbis su punizione-cross di Gatto: raddoppio facile per gli ospiti. Al 59’ fallo cattivo di Auriletto, solo ammonizione per lui. Al 62’ doppio cambio per i padroni di casa: De Maria subentra a Zugaro, mentre Corti al posto di Greselin. Al 68’ mister Modesto decide due sostituzioni: Clemente al posto di Gatto, mentre Awua per quello di Nielsen. Al 72’ altri due innesti decisi invece da mister Brevi: Dalla Bona rileva Palazzolo, mentre D’Ausilio per Ferrario . Ancora dup0lice sostituzione al 78’ da parte degli ospiti: Romairone subentra a Zerbi, mentre Costantino a Comi. Al 79’ ultimo jolly giocato dai biancocelesti: esce Madonna, entra Ruocco. All’ 83’ pure mister Modesto si gioca l’ultimo cambio: Rolando subentra a Della Morte. All’85’ giallo a Hristov per aver atterrato Perna lanciato in rete. All’86’ punizione battuta Dalla Bona di poco a sinistra. All’88’ tocco di mano in area di Awua, l'arbitro Marini assegna il rigore, Perna accorcia le distanze dal dischetto. Al 91’ potente tiro di Perico, termina all’esterno. Al 92' tentano l'assalto finale Corti e D'Ausilio, ma Saro si salva respingendo di piede. Non basta lo sprint finale della compagine di casa per strappare almeno un punto contro la corazzata Pro Vercelli, ancora in corsa per la promozione diretta nella serie cadetta.

MARCATORI: 29’ (rig.) e 55’ Comi (PV), 88’ Perna (rig.) (GE)

GIANA ERMINIO (3-5-2): Acerbis; Marchetti, Bonalumi, Perico; Madonna (dal 79’ Ruocco), Palazzolo (dal 72’ Dalla Bona), Pinto, Greselin (dal 62’ Corti), Zugaro (dal 62’ De Maria); Ferrario (dal 72’ D’Ausilio), Perna.A disposizione: Zanellati, Barazzetta, Finardi, Rossini, Maltese, Capano, Montesano.  All.: Oscar Brevi.

PRO VERCELLI (3-4-3): Saro; Masi, Auriletto, Hristov; Iezzi, Nielsen (dal 68’ Awua), Emmanuello, Gatto (dal 68’ Clemente); Della Morte (dall’83’ Rolando), Comi (dal 78’ Costantino), Zerbin (dal 78’ Romairone). A disposizione: Tintori, Erradi, Merio, Mezzoni, Esposito. All.: Francesco Modesto.

ARBITRO: Nicolò Marini di Trieste. Assistenti:Pietro Pascali di Bologna e Alex Cavallina di Parma

NOTE: giornata soleggiata e abbastanza ventosa con 19°. Ammoniti: 28’ Perico (GE), 59’ Auriletto (PV), 85’ Hristov (PV), 88' Awua (PV). Angoli: 6-4. Recupero: 0’+ 4’

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 16:50
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print