Alla presentazione delle nuove maglie della Giana Erminio, c’era naturalmente anche Cesare Albé che ha presentato il suo nuovo staff tecnico: il vice Andrea Ardito e il preparatore atletico William Viterbi. Poi, sollecitato dai giornalisti, ha parlato di mercato e dei propositi per la nuova stagione. Cominciando però dall’infausto epilogo dei playout contro l’Olbia: “Quel giorno avrei voluto sprofondare con tutta la panchina - ha detto Albé -; una delusione enorme che non ho ancora smaltito. Se sono ancora qui forse è anche per quella partita. Non potevo lasciare questa società, a cui sono legato profondamente, dopo una sconfitta del genere”. Poi il mercato: “Vediamo con la società, qualcosa faremo ancora, probabilmente in difesa ma non solo, se ne avremo la possibilità”. Di sicuro serve un difensore centrale ma il sogno di Albé si chiama Jacopo Manconi: “Questo giocatore mi ha davvero esaltato. E’ il tipo di attaccante che mi piace. Anche come persona: è stato l’unico a gennaio, tra tutti quelli che avevamo cercato, ad accettare di venire alla Giana per darci una mano. Adesso lui è al Perugia, vedremo cosa vorrà fare la società umbra, il mercato dura fino al 5 ottobre”. E di sicuro, fino a quella data, un posto in lista per lui o per un altro attaccante verrà tenuto.

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Gio 17 settembre 2020 alle 12:00
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print