Una partita assolutamente da non sbagliare per la Giana Erminio, contro il Livorno fanalino di coda, allo stadio comunale “Città di Gorgonzola”. La squadra di Brevi, oggi squalificato e sostituito in panchina da mister Cesare Albè, non trova la vittoria da nove giornate. La compagine martesana schiera l’ormai collaudato 3-5-2 con Zanellati tra i pali, Marchetti, Bonalumi e Montesano nella retroguardia, Madonna, Rossini, Palazzolo, Pinto e Perico nella fascia centrale, Ferrario e Perna le due punte. Il Livorno nel corso della settimana ha cambiato allenatore: esonerato Dal Canto dopo ventisette giornate dove aveva raccolto solamente diciannove punti, è stato scelto Marco Amelia, ex portiere del Milan e campione del mondo 2006. Non un inizio felice per il nuovo tecnico di Frascati con la sconfitta di giovedì contro l’Alessandria e soprattutto a secco di un bottino pieno da otto giornate. La squadra amaranto viene schierata con Neri in porta, Blondett, Nunziatini e Deverlan in difesa, Parisi, Bussaglia, Buglio, Geramini a centrocampo, Haoudi e Mazzarini sulla trequarti, Dubickas unica punta.

Primo Tempo

Il Livorno parte con la marcia ben innestata e si procura un pericoloso cross di Parisi al 2’ che viene respinto dai biancocelesti in corner. Al 4’ viene battuto frettolosamente una punizione da Ferrario. Al 7’ Haoudi devia un tiro del suo compagno Mazzarini, conclude a sinistra di Zanellati. Al 9’ Marchetti chiude su Lazzarini e i labronici si conquistano il secondo corner. Al 12’ gran palla-gol di Parisi per Mazzarini, la sfera oltrepassa la linea di fondo. Al 20’ Madonna punta Parisi, mancano l’aggancio i toscani, Palazzolo di tap-in porta in vantaggio la squadra di casa. Al 23’ primo giallo del match a Deverlan. Al 25’ incorna Dubickas, Zanellati neutralizza. Al 34’ Rossini trattiene per la maglia Bussaglia e viene ammonito. Al 37’ altra clamorosa palla-gol sfornata dal Livorno da una punizione di Buglio, Mazzarini viene incautamente lasciato solo dalla difesa biancoceleste, Dubickas non è capace però di concretizzare il pareggio.

Secondo Tempo

Subito un cambio tra le fila della Giana: Rossini resta negli spogliatoi e viene sostituito da Maltese. Al 51’ Bonalumi allontana la palla e viene ammonito. Al 56’ buono spunto di Perico dalla destra, in mezzo per Ferrario che in tuffo colpisce di testa, di pochissimo conclusione a destra del palo. Al 58’ primo cambio anche per gli ospiti: fuori Bussaglia, dentro Castellano. Al 69’ i locali effettuano una doppia sostituzione: Ruocco rileva Corti; mentre Perna al posto di Ferrario. Al 71’ è ancora Mazzarini a mettere in ansia la Giana dai venticinque metri. Al 72’ secondo cambio per i labronici: Buglio al posto di Bobb. Al 76' ammonito Zanellati per perdita di tempo. All’ 81’ ultime sostituzioni per i locali: esce Madonna entra Zugaro, mentre l’infortunato Pinto viene rilevato da Greselin. All’86’ duplice sostituzione per la compagine guidata da mister Marco Amelia: Gemignani viene richiamato in panchina al posto di Evan’S Allan, mentre Houdi per quello di Bueno. Dopo cinque minuti di recupero termina una sofferta partita e la Giana si aggiudica questi tre punti importantissimi che non si vedevano da quasi due mesi.

MARCATORI:  20’ Palazzolo (G)

GIANA (3-5-2) Zanellati; Marchetti, Bonalumi, Montesano; Madonna (dall’81’ Zugaro), Rossini (dal 46’ Maltese), Palazzolo, Pinto (dall’81’ Greselin), Perico; Ferrario (al 69’ Perna), Corti (al 69’ Ruocco). A disposizione: Acerbis, Barazzetta, Finardi, Greselin, Zugaro, De Maria, Capano, Dalla Bona, D’Ausilio. All.: Cesare Albè

LIVORNO (3-5-1-1) Neri; Blondett, Nunziatini, Deverlan; Parisi, Bussaglia, Buglio (dal 72’ Bobb), Gemignani (dall’86’ Evan’s Allan); Haoudi (dall’86’ Bueno), Mazzarani; Dubickas. A disposizione: Sancampiano,  (dal 58’ Castellano), Marie Sainte, Sosa, Pallecchi, Bobb, Canessa, Caia. All. Marco Amelia.

ARBITRO: Marco Acanfora di Castellamare di Stabia. Assistenti: Paolo Laudato di Taranto e Giuseppe Centrone di Molfetta. Quarto Ufficiale: Francesco Luciani di Roma

NOTE: giornata soleggiata con 12°, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: 23’ Deverlan (L), 35’ Rossini (G), 51’ Bonalumi (G), 66’ Pinto (G), 76' Zanellati (G), 93' Blondett (L). Angoli: 4-6. Recupero: 0’ pt + 5’ st.

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 19:35
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print