Matteo Chinelli, terzino sinistro classe 2002, è un nuovo calciatore della Tritium. Proveniente dal Settore Giovanile della Trevigliese, il neo giocatore biancoazzurro ci parla di sè e si racconta ai suoi nuovi tifosi.

Benvenuto Matteo, come ti senti?
"Provo molto orgoglio e sono molto felice perché una società come la Tritium si è interessata a me. Sono contento di essere qui".

Parlaci del tuo percorso nel calcio finora.
"Pratico calcio dall’età di quattro anni. Ho iniziato nell’oratorio del mio paese di origine, Palosco. In seguito sono stato chiamato a Palazzolo e dopo un anno sono passato alle giovanili della Grumellese, nella quale sono rimasto per quattro stagioni. Sono poi approdato alla Trevigliese dove ho giocato negli Allievi e nella Juniores, passando poi alla Prima Squadra. Sono carico per questa nuova avventura alla Tritium".

Come interpreti il tuo ruolo?
"Nel mio ruolo mi sento a mio agio e lo considero importante perché fa sia da ruolo difensivo che offensivo e può aiutare molto la squadra".

Che gruppo hai trovato?
"Non conoscevo nessuno della squadra appena arrivato, ma mi sono ambientato subito e sono stato accolto molto bene dagli altri compagni".

Che obiettivi ti poni?
"Ovviamente il mio obiettivo sarà di giocare quanto più possibile e dare il mio contributo alla squadra: voglio imparare e migliorare sempre di più. Le sensazioni sono positive. È un gruppo unito e sempre disponibile".

Nella vita studi o lavori?
"Frequento il quinto anno di biotecnologie sanitarie all’istituto tecnico superiore Giulio Natta di Bergamo".

Ti piacerebbe segnare qualche gol?
"Innanzitutto per il ruolo che faccio spero di non far entrare gol nella nostra porta, se poi riuscirò a farne qualcuno in quella avversaria, ben venga".

Grazie Matteo.
"Ringrazio per la fiducia la Tritium e prometto che ce la metterò tutta. Saluto tutti i tifosi. Forza Tritium".

Sezione: LE NOSTRE ESCLUSIVE / Data: Lun 04 gennaio 2021 alle 01:00
Autore: Mattia Vavassori
Vedi letture
Print