La Giana Erminio riparte dopo la sosta ancora in piena emergenza. Alla vigilia della partita con la Pergolettese abbiamo sentito l’allenatore Oscar Brevi, con il quale abbiamo parlato anche di mercato e di cosa serve a questa squadra.

Mister, pensavamo che almeno Ferrario fosse pronto al rientro?

“Purtroppo non è così. Lui, come Madonna, Greselin e Ruocco non è ancora pronto nonostante abbia fatto qualche allenamento. Per me un giocatore è recuperato quando si allena con il gruppo con intensità per una settimana intera. Oltre a loro si sono fatti male Di Maira con il Grosseto e nell’ultima gara anche Pirola e Zanellati e infine si è fermato Maltese. Dobbiamo stringere i denti e andare avanti”.

Il problema più grosso è che la Giana non segna da 4 partite e ha il peggior attacco del girone …

“Sì, davanti non siamo pericolosi ma almeno abbiamo messo una pezza dietro dove abbiamo subito solo due gol nelle ultime tre partite ed entrambi evitabili: una palla persa in uscita con il Grosseto e una respinta del portiere su punizione con la Pro Patria”.

Capitolo mercato. Sono verosimili i nomi che sono usciti di Sorrentino, Semprini e Graziano?

“Di mercato dovete parlarne con la società perché lo fanno i dirigenti. Cosa serve mi sembra evidente, ma io faccio l’allenatore e posso dire chi giocherà domani. Non faccio nomi di giocatori che non ci sono”.

Con la Pergolettese si va avanti con il 3-5-2 o potrebbero esserci novità?

“Non è questione di modulo, anche se cambiare troppo non ha molto senso. In difesa siamo a posto, purtroppo davanti siamo sempre contati”.

Sezione: PRIMO PIANO / Data: Sab 09 gennaio 2021 alle 18:25
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print