La Giana Erminio poco fa ha emesso questo comunicato sui social per spiegare i motivi per i quali continuerà a giocare le proprie partite casalinghe a porte chiuse. TuttoTritiumGiana.com aveva anticipato le motivazioni nel pomeriggio.

"Dopo attenta e sofferta riflessione, dato l’andamento sempre più preoccupante dei contagi in tutta Italia e soprattutto in Lombardia e nella Città Metropolitana di Milano, A.S. Giana Erminio ha deciso seppur a malincuore di proseguire per il momento la disputa delle gare casalinghe a porte chiuse - nonostante l’ultimo DPCM consenta l’apertura al 15% della capienza degli stadi – sino a che la situazione dell’emergenza epidemiologica non mostri dei miglioramenti, per dare il proprio contributo alla tutela della salute di tutti i tifosi, degli addetti ai lavori e dei propri tesserati, già duramente colpiti dal contagio. Nonostante l’evidente danno economico e sportivo che è conseguente all’assenza di pubblico, l’intento della società è quello di fare la propria parte nello scongiurare un altro lockdown, che sarebbe catastrofico per l’economia non solo del calcio, ma di tutto l’impianto economico italiano".

Sezione: PRIMO PIANO / Data: Ven 16 ottobre 2020 alle 17:00
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print