Una Tritium di corsa e di lotta espugna lo stadio "Stefano Borgonovo" di Giussano, ottenendo una vittoria preziosa in chiave salvezza contro la Vis Nova Giussano col risultato di 2-1. Protagonisti del match sono stati un indomito Lorenzo Caferri, autore di un gol e di un assist e Riccardo Zulli, che ha segnato il gol partita a tre minuti dalla fine. Mister Mauro Calvi cambia modulo e presenta un 4-4-2 con Personé e Lolli coppia d’attacco. Artaria va in panchina, mentre Lorenzo Ceferri e Valente sono sulle corsie. Nella Vis Nova il playmaker è l’ex biancoazzurro Lacchini. Buon inizio degli ospiti che cominciano la gara con personalità. All’11’ il primo tiro è di Lolli, deviato in corner da Cazzaniga. Sessanta secondi dopo Personé salta in velocità Simone Fossati e va al tiro costringendo Ragone a deviare ancora in calcio d’angolo. La risposta della Vis Nova è un tiro senza pretese di Gnaziri che termina lontano dai pali di Zanellato. Sul rovesciamento di fronte al 17’ Lolli entra in area e calcia debolmente, para facile Ragone. Ma al 22’ il portiere locale è strepitoso su Valente: cross di Caferri, colpo di testa di Valente che Ragone respinge di piede, tap-in dello stesso numero 10 a colpo sicuro e da terra il portiere devia in corner con un riflesso incredibile e Tritium vicinissima al vantaggio. Al 25’ ancora Valente impegna Ragone e poi dall’altra parte tocca a Zanellato respingere di pugno un tiro centrale di Gnaziri. Al 31’ corner di Valente per Barzaghi che al volo calcia a lato. Al 35’ un’altra palla-gol per la Tritium: Lolli serve un assist d’oro a Forlani che, solo al centro dell’area, calcia a rete ma Ragone respinge, poi tap-in dello stesso Forlani salvato sulla linea da un difensore. L’azione prosegue e prima c’è un tiro di Valente respinto forse con un braccio da Gnaziri, l’arbitro lascia correre, la palla arriva a Lorenzo Caferri che si coordina e di sinistro infila l’angolino: abduani meritatamente in vantaggio e terzo gol in campionato per Caferri, anche per questa partita con la fascia da capitano. Al 45’ bella azione dei padroni di casa con Fall che mette in mezzo dove Mazzola anticipa sotto porta Comi consentendo l’intervento di Zanellato. La ripresa si apre con la Vis Nova in attacco e già al 2’ l'estremo difensore trezzese deve bloccare a terra una girata di Cazzaniga. Al 5’ coast to coast di Lorenzo Caferri che dalla sua trequarti arriva fino nell’area avversaria, tiro deviato in angolo da un difensore, ma è un lampo perché la Vis Nova attacca a testa bassa costringendo la Tritium a chiudersi. Al 9’ Fall salta netto Ambrosini, poi rimedia Mazzola. Al 13’ uscita spericolata di Zanellato su Fall e poi Barzaghi rischia l’autorete per liberare l’area. La compagine calcistica di Trezzo sull'Adda adesso è in difficoltà per il pressing dei locali che spingono alla ricerca del pareggio. La Tritium risponde con un contropiede di Valente che serve Artaria, entrato al posto di Lolli, dribbling e tiro alto sulla traversa. Nell’azione Valente si fa male e deve uscire: dentro Motta per irrobustire il centrocampo. Calvi passa al 4-5-1 con Artaria e Caferri sulle fasce, Personé unica punta, mentre la Vis Nova era passata al 4-3-3. Al 22’ si concretizza il pareggio dei brianzoli: azione sulla fascia di Gnaziri che mette in mezzo dove Cazzaniga è il più lesto di tutti a girare in rete. Al 31’ Forlani ferma in area lo scatenato Fall, la Vis Nova continua ad attaccare. Al 41’ angolo di Valtulina e tiro dal limite di Lacchini che sfiora il palo. Sul rovesciamento di fronte, al 42’, grandissima azione di un immenso Lorenzo Caferri che mette in mezzo un pallone d’oro che Zulli di prima mette in rete. Primo gol in carriera con i grandi per l’ex trequartista della Giana Erminio classe 2000. L’arbitro dà sei minuti di recupero e Calvi mette dentro anche gli esperti Marinoni e Degeri per congelare la palla. La Vis Nova è tutta in avanti, portiere compreso, ma la Tritium lotta con il coltello tra i denti e porta a casa tre punti d’oro per la salvezza. 

Vis Nova Giussano-Tritium 1-2

Vis Nova Giussano (4-3-1-2): Ragone; Tranquilli, De Lisio, Simone Fossati, Cazzaniga (38’st Molteni); Gnaziri, Lacchini, Proserpio (38’st Ferrario); Redaelli (9’st Orellana); Comi (41’st Valtulina), Fall. All. Mastrolonardo. A disposizione: Stropeni, Boga, A. Fossati, Fadda, Dugnani.

Tritium (4-4-2): Zanellato; Aquilino, Mazzola, Ambrosini, Barzaghi; Lorenzo Caferri, Aldé (26’st Zulli), Forlani (47’st Degeri), Valente (18’st Motta); Personé (43’st Marinoni), Lolli (11’st Artaria). All. Calvi. A disposizione: Miori, Leonardo Caferri, Bertaglio, Fischetti.

Arbitro: Mazzer di Conegliano (Bonaccorso-Testai).

Reti: 36’pt Lorenzo Caferri (T), 22’st Cazzaniga (VN), 42’st Zulli (T).   

Note: Partita disputata a porte chiuse. Giornata nuvolosa. Temperatura 10°. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Valente (T), Proserpio (VN), Mazzola (T), Cazzaniga (VN), Motta (T), Zulli (T). Espulsi: nessuno. Angoli: 8-5. Recupero: 0’pt+6’st.

Sezione: PRIMO PIANO / Data: Sab 20 febbraio 2021 alle 19:30
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print