Giana Erminio, l'ex Greselin: "Lucchese, esperienza di vita. Ora riparto da me"

07.10.2019 09:00 di Guido Silvio Baroni   Vedi letture
Fonte: TuttoC.com
Simone Greselin
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana
Simone Greselin

Tanta la voglia di ripartire, dopo un anno travagliato costellato dalla "tragedia" Lucchese e, soprattutto, da un infortunio che ha anche pregiudicato il mercato estivo: ma ora è tutto alle spalle, e il centrocampista Simone Greselin, ex Giana Erminio, guarda al futuro. Proprio il classe '98 parla ai microfoni di TuttoC.com.

Dopo anni alla Giana, il passaggio alla Lucchese: perché quella scelta, poco più di un anno fa?
"È stata una scelta volta al miglioramento, ho sentito la necessità di una nuova esperienza, in un nuovo contesto e anche lontano da casa così da poter maturare sotto molti punti di vista. Inoltre l’interesse della Lucchese era forte, il Direttore Obbedio mi ha dimostrato sin da subito tanta stima. Si è rivelata la scelta giusta, ho infatti trovato la continuità che cercavo". 

Una stagione, quella a Lucca, che si è poi rivelata quantomeno particolare: a mente fredda, come la racconteresti?
"È sicuramente stata una stagione travagliata per tutte quelle vicende extra campo che certamente hanno complicato il nostro percorso. Nonostante tutto, quello che rimane è la forza di un gruppo che non ha mai mollato ma anzi si è fatto carico di tanto situazioni che non erano di nostra competenza. Ma quello che non dimenticherò e che voglio ancora una volta raccontare è che per tutta la stagione abbiamo ricevuto l’affetto smisurato della gente di Lucca. In fine che dire, basti pensare che avremmo comunque trovato un posto nella griglia dei playoff senza quei 25 punti di penalizzazione". 

Un lungo infortunio ha condizionato anche la tua estate: come stai adesso?
"Si, l’infortunio non mi ha permesso di affrontare il mercato estivo, ero impegnato con la riabilitazione dopo l’infortunio. Ho lavorato senza sosta ma ora il peggio è passato". 

Da cosa vuol ripartire Greselin?
"Voglio ripartire da me stesso e dimostrare che nulla è cambiato dall’infortunio, il rendimento della mia stagione a Lucca, fino a quello sfortunato episodio, non può essere cancellato o dimenticato. Tornerò con le idee belle chiare, infortuni di questo genere lasciano spazio a tante riflessioni, o molli o riparti più deciso... e per me c’è una sola risposta: dal giorno dell’operazione sto lavorando sodo con professionisti di alto livello e tra poco tornerò in campo al 100%, ripartirò da una società che voglia con convinzione farmi riprendere il percorso verso categorie maggiori".