Giana, neppure con l'Olbia si riesce ad andare oltre il pareggio

12.01.2020 17:00 di Davide Villa Twitter:    Vedi letture
Nicola Madonna
Nicola Madonna

E’ il primo di tre match che possono valere molto alla Giana Erminio per evitare la retrocessione diretta nei dilettanti. Contro l’Olbia si torna in campo dopo una lunga pausa al “Città di Gorgonzola” , in occasione della partita valida per la 21ª giornata di Serie C Girone A. Le due squadre sono nei bassifondi di questo girone: la Giana non vince da dieci turni consecutivi scivolando all'ultimo posto con soli dieci punti all'attivo e una salvezza diretta distante ben nove lunghezze; l’Olbia è penultima con dodici punti e un trend negativo di ben diciassette partite di fila senza vittorie e l'ultima affermazione dei sardi risale proprio alla gara di andata contro la Giana Erminio, disputata lo scorso 1° settembre.
Si fronteggiano le due difese e i due attacchi peggiori del campionato; nessuno ha una differenza reti bassa come quella dei lombardi e dei sardi (rispettivamente di -23 e -18). Sono quattro i precedenti fra Giana Erminio e Olbia: il bilancio sorride ai bianchi, protagonisti di tre vittorie e due sconfitte, quest'ultime maturate entrambe al Città di Gorgonzola.
Assenti tra le fila biancazzurre gli squalificati Pirola e Remedi, oltre a Otelè, Stanzione e Tota. Lo schema adottato dai padroni di casa è il 4-3-1-2 con Leoni tra i pali, Madonna, Gambaretti, Montesano e Solerio nella retroguardia, Piccoli, Maltese e Pedrini a centrocampo, Bellazzini sulla trequarti, Mutton e Cortesi nel reparto avanzato. I galluresi devono fare a meno di Miceli, Vallocchia e Doratiotto infortunati e schierano un 3-5-2: in porta il nuovo acquisto Aresti, in difesa La Rosa, Gozzi e Pisano, a centrocampo Demarcus, Mastino, Biancu, Giuandonato, Lella, le due punte Cocco e Ogunseye, appena rientrato da un problema alla mano.

Primo Tempo

Subito ai primi passaggi è la Giana a passare in vantaggio dopo tredici secondi di gioco, grazie a un meraviglioso assist di Madonna per Cortesi che insacca. Al 17’ ancora Cortesi, questa volta Gozzi sventa il pericolo. Al 22’ Madonna raddoppia col mancino. Al 26’ Maltese stende Ogunseye e viene ammonito. Al 29’ si infortuna Biancu che viene sostituito da Manca. Al 31’ fallo a centrocampo di Pedrini che viene ammonito. Al 36’ respinta da tiro deviato da Manca, Ogunseye bravo a accorciare le distanze.

Secondo Tempo

Al rientro dagli spogliatoi, l’Olbia sostituisce Cocco con Parigi. Al 60’ Giandonato serve Ogunseye, che dalla destra centra per il raddoppio e il provvisorio pareggio dei galluresi. Al 61’ doppio cambio dei gorgonzolesi: Perna rileva Mutton, mentre Pinto per Pedrini. Al 67’ per i galluresi esce Demarcus, entra Pennington. Al 72’ fallo da ultimo uomo di Gambaretti, ed espulsione diretta per il numero 4 biancoceleste. Al 75’ esce Bellazzini, entra Perico. Al 79’ mister Albè decide un altro cambio: Dalla Bona sostituisce Maltese. All’89 invece mister Brevi sostituisce Giandonato con Dalla Bernardina. La Giana non riesce neppure a vincere contro la penultima della classe e rimane all’ultimo posto.

GIANA ERMINIO vs OLBIA 2-2

Marcatori: 1’ Cortesi (G), 22’ Madonna (G), 35’ e 60’ Ogunseye (O)


GIANA (4-3-1-2): Leoni; Madonna, Gambaretti, Montesano, Solerio; Piccoli, Maltese (dal 79’ Dalla Bona), Pedrini (dal 61’ Pinto); Bellazzini (dal 75’ Perico); Cortesi, Mutton (dal 61’ Perna). A disposizione: Marenco, Perico, Duguet, Fumagalli, Capano, Zulli, Sosio, Greselin, Corti. All.: Cesare Albé.

OLBIA (3-5-2): Aresti; Pisano, Gozzi, La Rosa; Demarcus (dal 66’ Pennington), Mastino, Biancu (dal 29’ Manca), Giandonato (dall’89’ Dalla Bernardina), Lella; Ogunseye, Cocco (dal 46’ Parigi). A disposizione: Van Der Want, Crosta, Verde, Dalla Bernardina, Zugaro, Belloni. All.: Oscar Brevi.

ARBITRO: Federico Fontani di Siena. Assistenti: Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Lorenzo poma di Trapani

Note. giornata soleggiata con 8° . Ammoniti: 1’ Cortesi (G), 26’ Maltese (G), 30’ Pedrini (G), 31’ Lella (O), 85’ La Rosa (O), 90’ Dalla Bernardina (G). Espulsi: 72’ Gambaretti (G). Angoli:4-9 . Recupero: 3’+ 4’