ESCLUSIVA TTG - Giana Erminio, mister Cesare Albè: "A Carrara per fare un'ottima impresa"

01.03.2018 11:30 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 192 volte
Mister Cesare Albè
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Mister Cesare Albè

Dopo gli allenamenti del mercoledì pomeriggio della Giana Erminio, e in  vista dell’impegnativa trasferta a Carrara, è stato intervistato in esclusiva ai nostri microfoni il mister biancoceleste Cesare Albè. Sul prossimo avversario spiega: “La Carrarese è una squadra che temo più di tutte perché oltre ad essere organizzata e con tanti buoni giocatori, ha un ritmo notevole. Bisognerà disputare una partita eccellente per venirne a capo. Squadra forte che si è stata ben impostata con qualche acquisto, e l’aveva dimostrato già qui all’andata. Si dovrebbero schierare con un 4-4-2 e se inseriranno giocatori più offensivi si dovrebbero mettere con un 4-2-3-1. Dipenderà dalla seconda punta chi sarà, oltre a Coralli che ricopre il ruolo di prima. Hanno cinque giocatori sugli esterni alti che cambiano continuamente sfruttando la freschezza, possiedono un buon allenatore, con belle trame di gioco, e in condizione per di più a casa loro; quindi bisognerà fare un’ottima impresa, essendo più precisi di domenica scorsa, dove avevamo sbagliato delle ottime occasioni e dovendo attaccare tutto il secondo tempo per portare a casa un pareggio”.

Sulla situazione di classifica: “Nelle ultime quattro partite abbiamo racimolato tre punti e sono pochi considerato la fatica che abbiamo fatto e rispetto al volume di gioco dimostrato. E’ un girone fortissimo con squadre rinforzate, e guai a sbagliare un colpo. Siamo nel gruppone, basta poco per scalare posizioni, come basta poco per uscire dai playoff”.

Il punto sugli infortuni: “Pinto si è ripreso a tempo di record, vediamo il dottore quando chiuderà l’infortunio in modo tale da essere in panchina sabato per ogni evenienza. Discorso diverso per Rocchi, che sembra più indietro rispetto a Pinto. Il campionato è lungo considerando anche i playoff, e sapendo che si è ristretta la rosa, bisogna salvaguardare tutti. Anzi mi complimento con Daniele (Pinto, ndr) perché ha una forza di volontà eccezionale”.

Sulle defezioni e le indecisioni: “Abbiamo Perico squalificato, presumibilmente dovrebbe giocare Sosio. Valuteremo Perna, domenica scorsa ha giocato Degeri così come potrebbe giocare Greselin. Degeri ha fatto bene, sono soddisfatto di quello che sta facendo qui: è un giocatore più adatto a giocare a tre in mezzo al campo, con due ali vicine. Per questo nelle partite precedenti si era preferito Greselin perché più dinamico; però con la Pistoiese l’abbiamo visto molto voglioso e ha fatto bene pur essendo a due. Per quanto concerne la porta, si valuta con il preparatore atletico i periodi di Sanchez piuttosto che di Taliento. Ho sempre detto non c’è il Buffon di turno, sta giocando Pablo e non escludo si possa inserire Roberto. Sono due ragazzi giovani, per cui se giocano un po’ a testa va bene. SI spera di capire bene chi è al massimo della carica per rendere di più; dunque la scelta cadrà in questo senso. Speriamo di sbagliare il meno possibile nelle scelte. Perna abbiamo preferito risparmiarlo con la Pistoiese perché non stava bene, ha avuto qualche problema muscolare e abbiamo deciso di tenerlo a riposo proprio per quanto detto prima: con una rosa così ristretta non ci possiamo permettere di rischiare. Sembra Fabio ha recuperato dall’infortunio, Gullit ha giocato bene e sono in ballottaggio loro due per l’attacco, hanno caratteristiche diverse e valuteremo bene

 

RIPRODUZIONE RISERVATA: l’intervista può essere riportata parzialmente o integralmente previo assenso della Direzione di TuttoTritiumGiana.com