Una Giana fortunata pareggia a Vercelli contro la Pro di Gilardino

10.11.2019 19:46 di Stefano Spinelli   Vedi letture
Fonte: www.asgiana.com
Remedi, l'autore del gol
Remedi, l'autore del gol

Nel primo incontro ufficiale tra Pro Vercelli e Giana Erminio allo storico stadio Silvio Piola finisce 1-1. La squadra di Cesare Albé conquista un buon pareggio per muovere la classifica, mentre quella di Alberto Gilardino ha fallito un calcio di rigore con Comi, decretato per fallo del rientrante Pirola, schiarato come terzino destro. 

Primo tempo 1-1 ad altissimo ritmo e il primo gol di Remedi

Sul sintetico di Vercelli mister Albè schiera il consueto 4-4-2, all’interno del quale rientra Pirola dal 1’ e torna Capano a coprire la fascia destra, mentre in attacco Cortesi affianca Mutton. Partenza shock per la Giana, che subisce gol dopo 30 secondi con Rosso, che ruba palla a centrocampo dopo un errore di Capano e si invola da solo fino ad arrivare alla conclusione, leggermente deviata da Montesano, ma sulla quale Marenco non ci arriva e la palla carambola all’angolino basso. Al 4’ i padroni di casa, sulle ali dell’entusiasmo, guadagnano una punizione dal 30 metri, ma questa volta la retroguardia della Giana fa partire il contropiede con Capano, che allarga per Pirola, il quale crossa al centro per Mutton il cui tiro viene murato dalla difesa; sulla respinta si avventa Pinto, che con una conclusione di potenza sorvola di pochissimo la traversa. Immediato ribaltamento di fronte e al 6’ Azzi da dentro l’area spreca calciando alto. All’8’, sugli sviluppi di una punizione per la Pro Vercelli, Auriletto aggancia, si gira e scarica a fil di palo. Al 9’ punizione per la Giana dai 25 metri sulla destra: Capano con un cross basso pesca nel mucchio, dove spunta Gambaretti che prova la rovesciata, che termina alta. Al 12’ pareggio della Giana con il primo gol in maglia biancoazzurra di Remedi, che aggancia di testa il perfetto cross di Capano dalla destra. Al 16’ primo angolo in favore della Pro Vercelli, in seguito ad una conclusione di testa di Comi deviata: il cross di Grossi dalla bandierina è preda di Marenco in uscita. Al 23’ su punizione dalla trequarti, un contatto in area tre Capano e Varas fa sollevare le proteste dei padroni di casa che reclamano un rigore e mister Gilardino rimedia un cartellino giallo. Al 25’ Cortesi aggancia un cross da dietro e dalla destra scarica in rete, piegando le braccia a Moschin, ma si era alzata la bandierina del fuorigioco. Al 35’ Comi aggancia al volo una rimessa laterale e dai 25 metri prova una mezza girata, che esce non di molto alla destra di Marenco. Al 38’ primi due corner del match in successione per la Giana: sul secondo Pinto dalla bandierina crossa al limite dell’area, dove Remedi al volo con un tiro teso conclude a fil di palo. Al 41’ sugli sviluppi di una punizione, il tiro di Comi da distanza ravvicinata trova la reazione d’istinto di Marenco sul primo palo, a deviare in corner.

Secondo tempo 1-1 e un rigore sbagliato dalla Pro Vercelli

Stessi 22 in campo al rientro dagli spogliatoi. Al 2’ un traversone dalla destra a cercare Pinto davanti alla porta, chiama Moschin alla reazione, che con una smanacciata allontana la palla in qualche modo. Al 12’ Pirola fa uno sgambetto a Rosso appena dentro l’area e per l’arbitro non ci sono dubbi sul rigore per i padroni di casa: dal dischetto Comi colpisce in pieno il palo. Al 14’ triplo cambio per mister Albè, che inserisce Gioè per Cortesi, Pedrini per Mutton e Perna per Capano. Al 18’ doppio cambio anche per mister Gilardino, che fa entrare Mal per Grossi e Cecconi per Azzi. Al 20’ Rosso trova un corridoio centrale per arrivare alla conclusione rasoterra da fuori area, ma la palla si spegne di poco a lato. Al 22’ Zulli rileva Pirola tra le fila della Giana. Al 27’ entra anche Sosio al posto di Piccoli. Al 29’ punizione per la Giana dai 25 metri: Remedi cerca direttamente la porta, ma calcia alto. Al 38’ doppio cambio per la Pro Vercelli: dentro Iezzi per Quagliata e dentro anche Russo per Rosso. Al 44’ fuori Comi per Romairone per i padroni di casa. Al 50’ angolo per la Pro Vercelli, sul quale esce coraggiosamente Marenco con i pugni ad allontanare. E finisce così.

PRO VECRELLI-GIANA ERMINIO 1-1

PRO VERCELLI (4-3-3): Moschin, Masi, Quagliata (Iezzi 38’ st), Auriletto, Comi (Romairone 44’ st), Rosso (Russo 38’ st), Bani, Grossi (Mal 18’ st), Azzi (Cecconi 18’ st), Franchino, Varas. A disp: Saro, Foglia, Erradi, Ciceri, Della Morte, Carosso, Merio. Allenatore: Alberto Gilardino.

GIANA ERMINIO (4-4-2): Marenco; Pirola (Zulli 22’ st), Gambaretti, Montesano, Perico; Capano (Perna 14’ st) Piccoli (Sosio 27’ st), Remedi, Pinto; Cortesi (Gioè 14’ st), Mutton (Pedrini 14’ st). A disp: Leoni, M’Zoughi, Cazzago, Stanzione, Serafini, Otelè, Fumagalli. Allenatore: Cesare Albè.

ARBITRO: Arace di Lugo di Romagna.

MARCATORI: Rosso 1’ pt, Remedi 12’ pt

NOTE: Ammoniti: Gilardino 23’ pt (allenatore), Gambaretti 25’ st, Masi 29’ st, Quagliata 33’ st, Sosio 43’ st. Angoli 8-2. Recupero 2' pt + 6' st