A seguito del deferimento del Procuratore federale, il Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare all’esito della Camera di Consiglio, preliminarmente riuniti i procedimenti:

ha inflitto in totale cinque punti di penalizzazione in classifica al Livorno, da scontarsi nella corrente stagione sportiva.

Il Livorno era stato deferito a titolo di responsabilità diretta, a seguito del comportamento di Navarra Rosettano; presidente del consiglio di Amministrazione e legale rappresentante pro-tempore della società; “in ordine al pagamento degli emolumenti relativi alla mensilità di giugno 2020, dovuti a diversi tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, titolari di contratti con compensi annui lordi inferiori ad euro 50.000,00. In particolare, è emerso che la Società ha provveduto al pagamento degli emolumenti netti relativi alla mensilità di giugno 2020 solo in data 2 ottobre 2020, quindi oltre il termine del 30 settembre 2020” e per “il mancato versamento, entro la data del 30 settembre 2020, di quota parte delle ritenute Irpef”.

Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, si è pronunciato oggi sui procedimenti relativi al Livorno, irrogando le seguenti sanzioni nei confronti del club toscano.

– per il sig. Rosettano Navarra, mesi 3 (tre) di inibizione;
– per la società AS Livorno Calcio Srl, punti 4 (quattro) di penalizzazione in classifica, da scontarsi nel corso della corrente stagione sportiva. Vedi dispositivo 56/TFN

– per il sig. Rosettano Navarra, ammenda di € 1.500,00 (millecinquecento/00);
– per la società AS Livorno Calcio Srl, ammenda di € 1.500,00 (millecinquecento/00). Vedi dispositivo 55/TFN

– per il sig. Rosettano Navarra, inibizione di giorni 20 (venti);
– per la società AS Livorno Calcio Srl, punti 1 (uno) di penalizzazione in classifica, da scontarsi nel corso della corrente stagione sportiva, oltre ad € 10.000,00 (diecimila/00) di ammenda

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Mer 23 dicembre 2020 alle 20:15 / Fonte: livornopress.it
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print