La Giana Erminio deve subito riprendersi dopo la brutta sconfitta rimediata al “Breda” contro la Pro Sesto. L’avversario che arriva al “Città di Gorgonzola” è il Como dell’ex Alessio Iovine. Cesare Albé inserisce finalmente titolare Maltese nel solito 3-5-2, ormai modulo collaudato. Lo supportano a centrocampo Madonna, Finardi, Pinto e Zugaro. Nel reparto arretrato Bonalumi, Montesano e Pirola, in quello avanzato Perna e Ferrario.

Il Como di mister Banchini scende in campo con un 4-4-2. Nella difesa a quattro Iovine, Crescenzi, Solini e Ddkiak. Nella fascia centrale Cicconi, Bellemo, Hmaidat e Terrani. In attacco Gabrielloni e Ferrari.

Primo Tempo

Al 6’ Zanotti preso alla sprovvista da Pinto, riesce a bloccare in due tempi. Al 7’ Perna non va tanto lontano dalla rete. Al 16’ Gabrielloni anticipa tutti e insacca per il vantaggio. Al 24’ cerca uno spazio Perna, la difesa degli ospiti non lascia passare. Al 38’ Solini viene colpito, entra lo staff medico, ma nulla di grave. Viene recuperato un minuto.

Secondo Tempo

Al 51’ Finardi insacca per il pareggio grazie ad un ottimo cross di Zugaro. Al 55’ doppia sostituzione per mister Banchini: Arrigoni rileva Hmaidat, mentre Bovolon per Terrani. Al minuto successivo anche mister Cesare Albè effettua un cambio: Finardi viene sostituito con D’Ausilio. Al 65’ il secondo cambio dei padroni di casa: Dalla Bona entra per Ferrario. Al 68’ inizia a piovere sul Giana Stadium. Al 71’ doppio cambio per i lariani: Solini sostituisce Magrini, mentre Gatto prende il posto di Cecconi. All’ 84’ ultima finestra per i lariani: Walker rileva Gabrielloni; invece tra le fila dei biancocelesti ben tre sostituzioni: De Maria entra per Madonna, Greselin per Pinto, Rossini per Maltese. Al 91’ Perna a pochi passi dalla porta mette il sigillo vincente. Per i martesani è la seconda vittoria della stagione dopo quella incredibile contro l’AlbinoLeffe.

Marcatori: 16’ Gabrielloni (C), 51’ Finardi (G), 91’ Perna (G)

GIANA (3-5-2) Acerbis; Pirola, Bonalumi, Montesano; Madonna (dall’ 84’ De Maria), Finardi (dal 56’ D’Ausilio), Maltese (dal 91’ Rossini), Pinto (dall’84’ Greselin), Zugaro; Ferrario (dal 65’ Dalla Bona), Perna. A disposizione: Zanellati, Barazzetta, Corti, Capano, Marcandalli, Ruocco, Di Maira. All.: Cesare Albé.

COMO (4-4-2): Zanotti; Iovine, Crescenzi, Solini (dal 71’ Magrini), Ddkiak; Cicconi (dal 71’ Gatto), Bellemo, Hmaidat (dal 55’ Arrigoni); Terrani (dal 55’ Bovolon), Gabrielloni (dall’ 84’ Walker), Ferrari. A disposizione: Facchin, Toninelli, Celeghin, Bansal Mcnulty, Foulds, Agyakwa. All.: Marco Banchini. 

ARBITRO Vergaro di Bari. Assistenti: Gianluca Matera di Lecce e Alessandro Parisi di Bari.

Note. serata nuvolosa con 17°., partita a porte chiuse. Ammoniti: 30’ Hmaidat (C), 63’ Arrigoni (C), 74’ Dkidat (C). Angoli: 1-3. Recupero: 1’ + 4’

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Dom 25 ottobre 2020 alle 19:26
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print