Le pagelle di Giana-Pro Piacenza: super difesa e centrocampo

24.12.2017 07:00 di Stefano Spinelli  articolo letto 602 volte
Pinto e Marotta: la diga
Pinto e Marotta: la diga

GIANA ERMINIO

TALIENTO 6 La parata più difficile la effettua dopo aver regalato lui palla agli avversari con un rinvio sballato. Poi ordinaria amministrazione e sicurezza.  

PERICO 7 Riscatta le precedenti uscite con una prova senza sbavature e impreziosita dal tiro da tre punti da fuori area che vale la vittoria.

BONALUMI 6,5 Nel giorno del suo 23° compleanno è sempre concentrato su Abate e Mastroianni, ai quali concede solo un tiro.

MONTESANO 6,5 Come il compagno di reparto, è attento e pronto negli anticipi. Le due punte del Pro Piacenza vengono annullate.

FOGLIO 6,5 Il gol arriva dalla difesa perché è suo il cross da cui nasce il tiro vincente di Perico (dal 44’ s.t. CONCINA s.v.).

IOVINE 7 Non sbaglia un passaggio, effettua cross forti e precisi e quando taglia al centro è sempre un pericolo per gli avversari (dal 38’ s.t. GRESELIN s.v.).

MAROTTA 6,5 Versione regista, si abbassa spesso tra i due centrali per far partire l’azione e con Pinto forma una coppia di mediani insuperabile.

PINTO 7 Confermato titolare per l’indisponibilità di Pinardi, sfodera un’altra grande partita. Corre per due e alla quantità aggiunge anche la qualità (dal 30’ s.t. DEGERI 6 Si conferma un cambio validissimo e al 95’ manda in porta Gullit che fallisce il raddoppio).

CHIARELLO 6,5 Non è devastante come contro l’Arzachena, ma disputa comunque una prestazione ben sopra la sufficienza (dal 38’ s.t. ROCCHI s.v.)

BRUNO 6,5 Prova a segnare in tutti i modi: almeno tre sue conclusioni sono sventate da Gori. Tranquillo Sasà, per chiudere l’anno in doppia cifra c’è ancora la partita di Arezzo.

PERNA 6 Anche su un suo tiro d’esterno è bravo Gori, poi solito lavoro sporco fatto di pressing e sportellate (dal 30’ s.t. GULLIT 5,5 Non entra benissimo in partita e al 95’ fallisce solo davanti al portiere il gol del 2-0).

             PRO PIACENZA

Gori 7; Calandra 6, Belotti 7, Battistini 7, Ricci 6 (dal 15’ s.t. Belfasti 6, dal 29’ s.t. Messina 6); Barba 5,5 (dal 38’ s.t. Starita s.v.), Aspas 6, Cavagna 5,5 (dal 15’ s.t. La Vigna 6); Alessandro 6; Abate 5,5, Mastroianni 5,5.

L’ARBITRO: Lorenzin di Castelfranco Veneto 6.