Giana Erminio, Maspero: "Non dobbiamo pensare che questa vittoria abbia risolto i nostri problemi"

11.03.2019 10:30 di Davide Villa Twitter:    Vedi letture
Mister Maspero
Mister Maspero

Dopo il successo della Giana Erminio al “Druso” di Bolzano, sempre vincente nei cinque anni di professionismo in questo stadio, è stato intervistato in conferenza stampa il mister biancoceleste Riccardo Maspero: “E’ stata una bella vittoria, i ragazzi in due settimane hanno espresso una voglia d’entusiasmo impressionante per uscire da questa situazione di classifica. Quello che hanno fatto in campo è la dimostrazione del lavoro settimanale, messo in luce dal primo al novantesimo minuto. E’ un punto di partenza per arrivare pronti e carichi in caso di playout a fine stagione. Stadio portafortuna? Speriamo continui a esserlo, a me non era fortunato, alla Giana sì, ora sono allenatore di questa squadra ed è stato fondamentale portare a casa questo risultato. Aspettiamo Jefferson come aspetto gli altri, non chiudo la porta a nessuno, anzi sono contento di avere venticinque giocatori, spero di farli giocare tutti il più possibile perché in allenamento stanno dando tantissimo in modo tale che vengano presi in considerazione ad ogni partita. Il secondo tempo? Era auspicabile loro facevano una ripresa di uno certo spessore, avevamo speso tantissimo con gli attaccanti ed avevamo bisogno di avere un centrocampista in più per il motivo che andasse ad attaccare quelle palle che potessero dare fastidio alle ripartenze. Barba è un giocatore che sa fare quel ruolo e l’ha svolto nel modo migliore, bravo lui come tutti gli altri. Ora pensiamo al Gubbio, squadra forte e organizzata che sa giocare a calcio. Sarà una partita difficile, non dobbiamo pensare che questa vittoria contro una squadra forte e organizzata abbia risolto i nostri problemi, dobbiamo lavorare con grande umiltà, cercando sempre di dare il cento percento in ogni partita. Conseguentemente il risultato che ci darà il campo lo accetteremo, però con questo atteggiamento ritengo sarà difficile per tutti