L'AVVERSARIO - Equipe Lombardia, Matias Etchegoyen in grande spolvero

21.07.2018 13:00 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 532 volte
Fonte: notiziariocalcio
Matias Etchegoyen
Matias Etchegoyen

Continuano gli allenamenti dell’Equipe Lombardia in vista della prestigiosa amichevole delle ore 18:00 contro la Giana Erminio alla prima uscita stagionale.

Gli uomini di mister Silvio Ferri, coadiuvato questa settimana da Andrea Marangoni e Giovanni Amatulli, hanno recuperato con una seduta defatigante e facoltativa, l’ottima trasferta a Serina contro il Renate. Proseguono gli arrivi degli iscritti - arrivati a 34 giocatori - ed anche ieri si sono aggregati al gruppo due ottimi laterali mancini Massimiliano De Angelis, classe ’96 e Francesco Di Costanzo, 1998, la stagione passata fra Monterosi e Palazzolo. Intanto dopo l’eccellente prestazione con le pantere nerazzurre crescono le quotazioni del centrocampista argentino classe ’95 Matias Etchegoyen quattro stagioni all’Atletico Acassuso in Primera B Metropolitana, equivalente della nostra serie C. Per il giocatore argentino tante palle recuperate -  l’azione che ha sbloccato il risultato col Renate è partita proprio da lui -, ma quello che ha impressionato i numerosi operatori presenti a Serina, è stata la personalità e la capacità di guidare la squadra sia nella fase offensiva che in quella difensiva.

In Europa il centrocampista che agisce davanti alla difesa viene chiamato genericamente mediano, ereditando il nome da quello che era il centromediano metodista tanto utile nell'applicazione dell'arcaico metodo; anche se negli ultimi tempi si è preso, in prestito dal basket, il termine playmaker, affidando a tale calciatore il compito di "fare" gioco”, impostando con costrutto ed acume la manovra offensiva. Per argentini e popoli della lingua spagnola è un classico “volante”, traducendo la posizione di un giocatore cardine ed indispensabile per lo sviluppo della manovra, dal nome della figura mitica di Carlos Volante, eccelso centrocampista argentino distintosi in tale mansione dagli anni '20 fino alla prima metà degli anni '40.

Ebbene il “volante” o play argentino Etchegoyen ha catturato l’attenzione di diverse squadre di serie D presenti sugli spalti, coma la Bustese, l’Arconatese, il Casale ed il Cavenago Fanfulla, la Varesina e la Nuorese che potrebbero essere ripescate sempre in D ed il Breno, squadra bresciana di Eccellenza che con l’instacabile ds Enrico Dalè, presente sugli spalti e già in giro nei vari ritiri – come suo costume – sta cercando profili interessanti per la sua squadra e dare lustro a giocatori stranieri. Così come la coppia di ex illustri centrocampisti Massimo Crippa ed Oscar Magoni, rispettivamente dg e ds del Renate, ma soprattutto protagonisti il primo fra Torino, Napoli e Parma ed il secondo fra Bologna, Napoli ed Atalanta, hanno fatto i complimenti a Etchegoyen e compagni

Nel frattempo proseguono gli accordi per i giocatori presenti in ritiro, grazie anche alla vetrina dell’Equipe.  Andrea Pagani, interno classe ’97, proveniente dal calcio a 5, ha trovato sistemazione firmando col Saronno, prestigiosa piazza lombarda, dopo che il ds Tony Francioso ha notato il giocatore nelle prime partite della compagine. Mentre l’ottima gestione organizzativa di Michele Iervolino ha definito gli ultimi aspetti per la partita di domenica 22 luglio contro il Gozzano, in casa dei piemontesi, neo-promossi in C.