LADY TRITIUM GIANA con...Claudia Foglio

02.03.2018 04:15 di Loretta Raineri  articolo letto 1401 volte
Valerio e Claudia Foglio
Valerio e Claudia Foglio

In questa puntata della nostra rubrica al femminile “Lady TritiumGiana”, dove si intervistano le compagne dei calciatori di Giana Erminio e Tritium, la protagonista è Claudia Foglio, moglie di Valerio Foglio, difensore sinistro di notevole propensione offensiva, classe 1985, della Giana Erminio.

Come vi siete conosciuti tu e Valerio e da quanto tempo state insieme?

“Io e Valerio stiamo insieme da 16 anni, siamo praticamente cresciuti insieme essendoci conosciuti tra i corridoi della scuola superiore frequentata da entrambi.”

In quale squadra giocava Valerio in quel periodo?

“Era il 2001, eravamo giovanissimi e Valerio giocava infatti nelle giovanili dell’Atalanta”.

Condivide con te le sue scelte calcistiche?

“Ha sempre condiviso con me le sue scelte calcistiche; ma io non ho mai interferito sulla decisione finale, ho sempre ritenuto giusto che si sentisse libero di prendere la decisione migliore per lui e per la sua carriera”.

Di cosa ti occupi nella vita?

“Al momento sono mamma a tempo pieno di due maschietti che mi stravolgono le giornate. Il primo ha 3 anni, il secondo appena cinque mesi ed è nato con Valerio già approdato alla Giana Erminio”.

Com’è Valerio quando non gioca a calcio, nella vita di tutti i giorni?

“Valerio nella vita quotidiana è un compagno divertente e simpatico, ma anche disordinato e lunatico. Ma ci tengo a dire che è un papà tanto dolce e presente”.

Quando è in casa con te, oppure in famiglia con i vostri parenti parla di calcio e della Giana?

“Ovviamente l’argomento calcio in generale, e la Giana quest’anno, è spesso presente nei discorsi e nelle chiacchierate di fine giornata essendo la sua e la nostra vita”.

Segui il calcio? Solitamente ti rechi allo stadio?

“Mi è sempre piaciuto andare a vedere Valerio giocare, dai primi anni con i miei suoceri a Bergamo quando militava nell'AlbinoLeffe e nelle varie trasferte fino alle diverse città che abbiamo girato insieme. Ora con i bimbi diventa tutto più difficile, soprattutto nei mesi freddi, ma Tommaso, che ha 3 anni, non vede già l’ora delle belle giornate per tornare allo stadio a tifare il papà, e la Giana ovviamente".

Ci puoi dire un suo pregio e un suo difetto?

"Uno dei pregi di Valerio è la disponibilità, unita alla sua sensibilità; tra i suoi difetti c’è il disordine cronico, in tutto quello che fa e nelle sue cose in generale“.

Quale è stato il momento calcisticamente più importante per Valerio?

“I tre anni passati all’Albinoleffe in Serie B sono stati certamente gli anni che Valerio ricorda con più piacere dal punto di vista calcistico e non solo, essendosi trovato benissimo anche con i compagni e nella città di Bergamo.”

Sabato si disputerà la partita Carrarese–Giana, visto che Valerio l’anno scorso giocava lì, sente la partita in modo particolare?

“Certamente, la partita di sabato contro la Carrarese è abbastanza sentita per lui. Ci tiene a far bene davanti ai suoi ex tifosi e in una città che ci ha accolto e trattato molto bene.”

Anche tu hai vissuto a Carrara l’anno scorso, vero?

“Certamente, a Carrara abbiamo trascorso veramente un bell’anno, con il nostro primo bimbo, in una zona di cui facilmente ci si innamora, circondati dal mare e da persone solari e simpatiche che Valerio ritroverà in questo weekend”.

Per quale squadra tifate entrambi?

“Valerio è un tifoso del Milan sin da bambino, io mi limito a tifare le squadre in cui gioca lui (ride ndr)”.

Con chi ha legato subito qui alla Giana? C’è un giocatore in particolare?

“Sì, direi Alessio Iovine e Andrea Montesano. Loro sono i ragazzi con cui Valerio ha legato particolarmente in questi mesi, in quanto condividono i lunghi tragitti in macchina di andata e ritorno dal campo per gli allenamenti e anche nei ritiri, quindi hanno avuto più tempo per conoscersi meglio e stare insieme anche fuori dal campo di gioco".

Hai qui la possibilità di fare a Valerio un augurio speciale…..

“Dato che non capita spesso, voglio puntare veramente in alto: gli auguro di fare presto un gol, non avendolo ancora segnato con la Giana Erminio e quindi ancora non dedicato al più piccolo di casa. Magari proprio sabato contro la Carrarese".

Grazie mille Claudia per la tua disponibilità e simpatia e un augurio speciale a tutta la vostra meravigliosa famiglia. E sempre Forza Giana.