ESCLUSIVA TTG – Giana, Albé: “Se penso che ero tifoso del Monza…”

 di Stefano Spinelli  articolo letto 345 volte
Cesare Albé, 67 anni
Cesare Albé, 67 anni

Il derby Giana-Monza torna dopo quasi tre anni e per la prima volta si giocherà allo stadio Città di Gorgonzola. Già, perché i due precedenti in Lega Pro della stagione 2014-15 si giocarono entrambi al Brianteo di Monza in quanto la Giana, al primo campionato nei professionisti, stava svolgendo i lavori di ristrutturazione dello stadio e giocava le partite interne proprio a Monza. Furono due partite molto sentite e ricche di episodi, anche fuori dal campo. Soprattutto quella di ritorno, vinta 2-1 dalla Giana, fece cronaca per il litigio in sala stampa tra Fulvo Pea, allora allenatore del Monza, e Andrea Gasbarroni, passato dal Monza alla Giana nel mercato di gennaio. I ricordi di Cesare Albé vanno però molto più indietro: “Io mi ricordo quando la Giana giocava a Monzello le partitelle del mercoledì contro il Monza – dice l’allenatore della Giana-; una l’ho fatta anch’io. Il Monza è una società storica della nostra zona e in passato anch’io posso dire di essere stato un suo tifoso. Andavo a vederlo spesso allo stadio Sada”. L’attualità dice invece che nel derby di domenica c’è in palio il primato lombardo nel girone A, essendo Monza e Giana (uniche lombarde presenti) divise da un solo punto: 21 il Monza, che non vince da quattro giornate (ultima vittoria l’exploit a Siena del 29 ottobre scorso); 20 punti la Giana, viceversa reduce da tre vittorie nelle ultime quattro gare, che punta al sorpasso sfruttando la scia positiva: “Già sentire la parola derby mi emoziona – dice Albé -; se poi penso che possiamo superare il Monza in classifica, allora vuol dire che adesso stiamo facendo bene. Ma attenzione perché questo Monza è una squadra costruita molto bene e guidata da un allenatore bravissimo, che conosco bene e lui conosce noi”. Tra le diverse insidie del Monza, se giocherà titolare, c’è senza dubbio Pietro Cogliati, l’attaccante che Albé aveva voluto alla Giana dopo un’ottima stagione al Pavia. Nelle ultime gare Cogliati ha trovato spazio e ha segnato un gol importante al Livorno: “Cogliati è un giocatore che, se sta bene fisicamente, può anche decidere una partita; da noi aveva fatto bene, poi ha avuto degli infortuni che lo hanno limitato. Se gioca, dovremo stare molto attenti dietro perché è velocissimo negli spazi e nelle giocate”. A proposito di difesa, ancora incerto il recupero di Perico. Il terzino va verso la convocazione ma potrebbe partire dall’inizio Sosio, che a Lucca ha dato garanzie: “Sono sempre un po’ restio a far giocare chi non è al 100% della condizione fisica, decideremo all’ultimo momento”, la chiosa di Albé che poi ha una parola anche per Alfio Torrisi, il difensore in procinto di approdare alla Tritium: “E’ buon difensore centrale, è mancino e da noi è stato titolare fino all’esplosione di Bonalumi. Sicuramente sarebbe un ottimo acquisto per la Tritium”.