ESCLUSIVA TTG - Giana Erminio, il vice Bertarelli: "Bravi e fortunati a sistemare la partita"

 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 355 volte
Raul Bertarelli
Raul Bertarelli

A seguito della rocambolesca vittoria tra le mura amiche della Giana Erminio contro il Piacenza, è intervenuto in esclusiva alle nostre telecamere il vice allenatore della compagine biancoceleste Raul Bertarelli, che ha espresso le sue sensazioni sulla clamorosa prestazione maturata con gli emiliani.

Raul, partita infrasettimanale contro il Piacenza terminata con un risultato rocambolesco. Come commenti questa vittoria?

Come hai detto tu proprio rocambolesca. Una partita iniziata male, siamo riusciti a rimetterla a posto in seguito all’episodio del rigore e dell’espulsione. Abbiamo fatto un buon primo tempo contro una squadra chiusa; mentre nella ripresa dopo il vantaggio abbiamo passato un quarto d’ora complicato dove sono emerse un po’ di paure e dei limiti che avevamo quest’anno. Successivamente siamo stati bravi e fortunati a sistemarla”.

Ancora una volta ci sono stati dei gol subìti nei minuti iniziali della partita. Qual è il motivo?

"Sui gol subiti c’è da chiedersi come mai dall’inizio della stagione è una situazione che si ripete, non sempre è esclusivamente colpa della difesa, ma di un atteggiamento generale poco cattivo e molle".

La Giana ha comunque cercato con grinta e cuore di portare a casa i tre punti, riuscendoci con Bruno che mette sempre la sua firma in qualunque partita.

Questo sì. E’ una delle poche partite, se non l’unica, dove vinciamo in superiorità numerica esclusa la Pistoiese, ma in quattro anni è probabilmente la prima volta dove da un risultato di parità ribaltandola, riusciamo a vincere; quindi è un piccolo passo avanti. Sicuramente abbiamo cercato di vincerla mettendo davanti tutti i nostri giocatori nell’uno contro uno, giocando con tre punte e due esterni alti, e alla fine ci ha detto bene”.

La prossima domenica sarà la volta della delicatissima trasferta a Pisa. Come affronterete la compagine toscana?

Come ho detto ai ragazzi deve interessare poco chi abbiamo di fronte, anzi spesso facciamo le migliori prestazioni contro squadre più blasonate e che hanno più punti in classifica, probabilmente perché questo ci aiuta a mettere più di attenzione e cattiveria che in altre partite ci manca

QUI SOTTO L'INTERVISTA IN VERSIONE INTEGRALE (Fonte: YouTube DAVIDE VILLA)