ESCLUSIVA TTG - Giana Erminio, mister Albè: "Con la Cremonese ci saranno dei pro e dei contro"

 di Davide Villa Twitter:   articolo letto 225 volte
Mister Cesare Albè
Mister Cesare Albè

Questa settimana sono iniziati gli allenamenti della Giana Erminio dopo la sosta imposta dal campionato di Serie C per la settimana di Capodanno. Mister Cesarè Albè, contattato in esclusiva dalla nostra redazione, spiega il lavoro eseguito in questi primi giorni: “Una ripresa di preparazione più ridotta rispetto a quella estiva, tanto è vero abbiamo fatto solo due giorni di sedute doppie, martedì e giovedì, rifinitura di oggi in vista dell’amichevole di domani con la Cremonese, e a partire da settimana prossima la solita routine di allenamenti pomeridiani per prepararsi al meglio alla partita casalinga contro il Pontedera".

Proprio sul test con la Cremonese spiega: “Porterò tutti, vedremo quanta tempistica potranno giocare, magari sessanta minuti degli stessi che potranno essere titolari anche col Pontedera, oppure un tempo ciascuno, dove gente come Gullit ha bisogno di giocare, viceversa nell’altro caso significa portare con neanche un’ora delle gambe gli uomini che dovranno affrontare i toscani. Ci saranno dei pro e dei contro”.

Si esprime sull’ottimo campionato che stanno disputando i grigiorossi nel campionato cadetto: “Tanto di cappello alla Cremonese, che sta facendo molto bene in Serie B, rinnovandosi anche nelle strutture, ed è sempre un piacere per la Giana andare a vedersela con queste squadre. Hanno vinto il campionato meritatamente, a differenza dell’Alessandria che proprio dopo la nostra vittoria ha avuto un crollo, ed è stato quasi uno shock per i grigiorossi vincere il campionato dopo tutto lo svantaggio che avevano accumulato”.

Successivamente, interpellato sull’ex Augello si esprime così: “E’ in una società di Serie B ambiziosa, deve avere la giusta calma per capire quando è il suo momento. Lo Spezia non ha intenzione di cederlo, stante i fatti a oggi. Se continua a crescere fisicamente, è convinto, può essere arrivi anche il suo momento”.

Infine, un pensiero sulla proposta del presidente del Pordenone Mauro Lovisa di introdurre il VAR anche in Serie C: “Come ogni decisione che si prende a ogni cambiamento, non c’è la perfezione. Porta qualcosa di più veritiero, leva gli errori e le discussioni che ci sono e vediamo tutti sulla rete. E’ un adeguamento ai tempi in cui viviamo e bisogna andare in questa direzione, anche se può togliere un po’ di emozione sull’esultanza dei gol

RIPRODUZIONE RISERVATA: l’intervista può essere riportata parzialmente o integralmente previo assenso della Direzione di TuttoTritiumGiana.com