AI microfoni della società è intervenuto il mister della Giana Erminio Cesare Albè dopo la sconfitta di misura casalinga contro la Carrarese: "Avevamo preparato la partita per mettere in difficoltà la Carrarese e chiudere gli spazi sulle fasce dove sapevamo che loro sono molto bravi. E nel primo tempo l'abbiamo fatto bene. Poi quando sembrava che nel secondo eravamo partiti meglio noi, abbiamo avuto un quarto d'ora non buono con un'ingenuità in mezzo al campo che ci è costato il primo gol subito dal loro contropiede. Poi hanno segnato la seconda rete con un po' di fortuna perché l'arbitro ha considerato una giocata un colpo di testa nostro ed ha rimesso in gioco un paio di giocatori che erano in fuorigioco per metri. Così la Carrarese ha chiuso la partita. Infine nell'ultimo quarto d'ora, forse anche grazie ai cambi, abbiamo attaccato e avuto delle occasioni, una enorme con il bel tiro di D'Ausilio che poteva riaprirla. E alla fine l'abbiamo fatto ma era troppo tardi. Non vorrei più prendere gol in contropiede, in questo momento dobbiamo impedire che questo accada, restando più tosti e concentrati. Abbiamo ancora fuori dei giocatori infortunati, qualcuno oggi è rientrato ma un conto è rientrare in gruppo, un altro avere una condizione fisica importante, perché per giocare a questi livelli bisogna avere una condizione così. Ci sono stati i rientri forzati di Perico e Dalla Bona, chiaramente non erano brillantissimi. Vedremo col Renate di recuperare qualcun altro, anche se il ginocchio di Montesano, uscito zoppicante alla fine della partita, ci preoccupa molto".

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Lun 30 novembre 2020 alle 09:00
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print