Una super Giana Erminio espugna il Druso di Bolzano e conquista la matematica salvezza

SudTirol-Giana Erminio 0-2
01.05.2015 17:00 di Rossana Stucchi  articolo letto 2037 volte
Simone Perico
© foto di Jacopo Duranti/tuttolegapro.com
Simone Perico

Nella 37^ e penultima giornata di campionato la Giana Erminio era impegnata in trasferta a Bolzano sul campo del SudTirol. Giana Erminio fin dalle prime battute propositiva in avanti. Al 10’ Gasbarroni lancia Rossini in area che non aggancia per un soffio. Al quarto d’ora è ancora uno spunto del fantasista ex serie A Gasbarroni ma il tiro finisce a lato. Al 16’ ci prova Fischnaller per i padroni di casa ma il tiro finisce abbondantemente fuori. Ribaltamento difronte e corner a favore della Giana: dalla bandierina batte Gasbarroni, cross in area ma Polenghi non arriva di testa e la difesa altoatesina rinvia. Al 26’ cross pennellato in area ancora di Gasbarroni per la testa di Rossini che mette in rete ma il direttore di gara annulla il gol per un presunto fallo dello stesso Rossini su Mladen. Al 35’ ancora un numero di Gasbarroni che si conquista una punizione sulla sinistra: sulla palla va lo stesso n. 10, ma il tiro è ribattuto dalla difesa biancorossa. La Giana Erminio insiste e si guadagna l’ennesimo corner: dalla bandierina Pinto mette in mezzo un cross pericoloso Melgrati rinvia di pugno. I biancocelesti insistono ed al 38’ arriva il meritato vantaggio: Marotta dalla destra pennella un cross in area, Rossini è pronto a staccare di testa e a mettere alle spalle dell’estremo difensore del SudTirol: 1-0. I padroni di casa provano a reagire ma trovano difronte un muro. Al 43’ contropiede Giana, Perico scende sulla fascia destra mette un rasoterra in mezzo ma non trova nessuno. Al 47’ corner per il SudTirol, mischia in area, sbuca Tait ma il tocco sfiora il palo. Il primo tempo termina con la Giana Erminio in avanti di una rete a zero. Inizia la ripresa. Ancora Giana Erminio in avanti: al 54’ Gasbarroni serve Augello in area che tira di prima intenzione Melgrati devia in angolo. Dal corner successivo al 55’ arriva il raddoppio con Perico che di testa trafigge ancora l’estremo difensore altoatesino: 2-0. I biancocelesti insistono: al 59’ punizione di Marotta, palla in area Polenghi manca il tris per un soffio. Il SudTirol non ci sta e si fa sotto ma oggi dalle parti di Paleari non è facile passare. Al 70’ mister Albè toglie il faro Gasbarroni ed inserisce Montesano a protezione del risultato. I padroni di casa insistono alla ricerca del gol ma i biancoazzurri sono disposti bene in campo e ripartono in contropiede. All’80’ Solerio viene atterrato al limite dell’area da parte di Mladen che viene ammonito. Calcio di punizione per la Giana Erminio: tiro a giro di Pinto e Melgrati respinge di pugno. Negli ultimi minuti i padroni di casa si catapultano in avanti conquistando tre calci d’angolo consecutivi ma sono solo sussulti di un match indirizzato da una sola parte. Dopo tre minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine dell’incontro. La Giana Erminio batte meritatamente il SudTirol e conquista tre punti fondamentali che significano salvezza ed un altro anno in Lega Pro.

SudTirol-Giana Erminio 0-2

SudTirol (4-3-2-1): Melgrati; Tait, Tagliani, Mladen, Martin; Bertoni, Branca (57’ Shekiladze), Fink (57’ Furlan); Marras, Novothny; Fischnaller (81’ Campo). All.: Stroppa. A disposizione: Miori, Kiem, Peverelli, Cia.

Giana Erminio (4-4-2): Paleari; Perico, Polenghi, Bonalumi, Solerio; Rossini, Marotta, Augello, Pinto (90’ Di Lauri); Gasbarroni (70’ Montesano), Sinigaglia (80’ Perna). All.: Albè. A disposizione: Ghislanzoni, Crotti, Spiranelli, Recino.

Arbitro: Sig. Ivan Robilotta di Sala Consilina (Vitaloni-Angotti)

Reti: 38’ Rossini (GE), 55’ Perico (GE)

Ammoniti: 41’ Pinto (GE), 48’ Sinigaglia (GE), 51’ Fink (S), 80’ Mladen (S), angoli: 6-5, recupero: 2’ p.t.-3’ s.t.