Una gagliarda Tritium si arrende sul campo della Juve Stabia nel primo turno della Coppa Italia 2020-21. Una sfortunata autorete di Aldé in chiusura di primo tempo e una prodezza del capitano Mastalli (scuola Milan) nel finale, eliminano la Tritium che, con un acuto di Marzeglia, era riuscita momentaneamente a pareggiare. Che peccato. 

Carica di entusiasmo per questa opportunità, la Tritium è scesa in Campania per giocare la partita a viso aperto contro una Juve Stabia retrocessa dalla Serie B e ancora in fase di costruzione per il nuovo campionato di C. I campani infatti si sono presentati con ben cinque ragazzi del 2002 nell’undici iniziale ma anche con elementi di spessore come il danese Troest (difensore ex Atalanta), e i centrocampisti Berardocco e Mastalli. Nel primo tempo, cominciato con un colpo di testa di Marzeglia che costringeva Lazzari a deviare in angolo, la Tritium ha creato altre due occasioni da gol grazie alla velocità di Lorenzo Caferri che metteva spesso in difficoltà la retroguardia locale. I campani entravano in partita lentamente e solo dopo il primo quarto d’ora cominciavano a farsi vedere nella metà campo trezzese. Al 18’ Berardocco lanciava Golfo che veniva anticipato da Miori e al 27’ era Della Pietra a seminare scompiglio nella difesa trezzese ma poi il suo assist in mezzo non veniva sfruttato. La Juve Stabia al 45’ sbloccava la partita: azione di Della Pietra che trovava libero Golfo sulla sinistra. L’ex attaccante di Trapani e Potenza entrava in area e calciava in porta, il pallone respinto da Miori carambolava sul corpo di Aldé in corsa e terminava in rete. Il vantaggio caricava i padroni di casa che dopo l’intervallo uscivano scatenati dagli spogliatoi e sempre con Golfo prima e Della Pietra poi sfioravano il raddoppio, approfittando di una Tritium sbilanciata in avanti alla ricerca del pareggio. Entrambe le conclusioni erano parate da un reattivo Miori. La Tritium tornava pericolosa con un tiro alto di Caferri e al 36’ era ancora l’ottimo esterno destro a mettere al centro un pallone che Marzeglia spingeva in rete per il meritato pareggio. Neanche il tempo di esultare che Mastalli al 38’ lasciava partire un gran sinistro dal limite che stavolta non dava scampo al bravo Miori. Era il match-point: mercoledì prossimo, contro il Pisa all’Arena Garibaldi, ci sarà la Juve Stabia, ma la Tritium è uscita a testa alta e adesso si concentra sull'esordio casalingo in campionato di domenica contro la Vis Nova Giussano.

JUVE STABIA - TRITIUM 2-1

RETI: 45’ pt autorete di Aldé, 36’ st Marzeglia, 38’ st Mastalli.

JUVE STABIA (4-3-3): Lazzari; Todisco, Codromaz, Troest, Oliva (Rizzo dal 20’ s.t.); Mastalli, Berardocco, Grimaldi; Guarracino (Bentiveglia dal 20’ s.t.), Della Pietra (Stoecklin dal 36’s.t.), Golfo.  In panchina: Esposito, Sigismondo, Tufano, Selvaggio, Maresca. All. Padalino.

TRITIUM (3-5-2): Miori; Perico, Gritti, Bertaglio; Caferri, Lacchini, Marinoni (Senes dal 31’ s.t.), Forlani (Di Bella dal 25’ s.t.), Aldè (Mari dal 43’ s.t.); Personè, Marzeglia. In panchina: Rota, Della Volpe, Leonardo Caferri, Motta. All. Pelati.

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido.

NOTE: Partita a porte chiuse. Ammoniti: Oliva, Perico.

Sezione: PRIMO PIANO / Data: Mer 23 settembre 2020 alle 20:00
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print