Lady TRITIUMGIANA con...Laura PINARDI

22.02.2017 20:30 di Rossana Stucchi  articolo letto 1674 volte
Alex Pinardi e la moglie Laura
Alex Pinardi e la moglie Laura

Laura Zanetti è la moglie di Alex Pinardi, classe '80, esperto centrocampista in forza da questa stagione alla Giana Erminio. E' lei la protagonista di questa nuova puntata della rubrica “Lady TritiumGiana”.

Laura, come vi siete conosciuti e da quanto tempo siete sposati tu ed Alex?

“Io e mio marito ci siamo conosciuti ad una festa del mio paese in quel di Calcio in provincia di Bergamo e siamo sposati da 15 anni”.

Alex ha militato in squadre di serie A tra cui Atalanta, Cagliari, Lecce. Ti ha rivelato da subito la sua professione oppure ne eri già a conoscenza?

“Ero già a conoscenza della sua professione perché avevamo degli amici in comune”.

In quale squadra giocava tuo marito in quel periodo?

“Mi ricordo benissimo che in quel periodo Alex giocava nell’Atalanta”.

Sappiamo che avete tre splendidi bambini: due maschi ed una femmina. Quanti anni hanno e come si chiamano? Quali scuole frequentano?

“Niccolò ha 15 anni e sta frequentando il secondo anno della scuola alberghiera; Daniel ha 10 anni e frequenta la quarta elementare; Emma ha 6 anni e quest'anno ha iniziato a frequentare la prima elementare”.

Nella vita ti occupi della casa e della famiglia?

“Esatto, mi occupo di entrambe le cose, soprattutto dei figli che mi impegnano molto”.

Alex è un padre modello? Come riesce tuo marito a gestire il tempo tra il lavoro e la famiglia?

“Alex è un padre modello e non ci fa mancare niente. Mio marito adora la sua famiglia”.
 
Alex ha cambiato diverse maglie in carriera: l'hai seguito durante i suoi spostamenti?

“Si, ho sempre seguito mio marito, sono state esperienze bellissime con tanti ricordi: abbiamo conosciuto persone speciali che tutt'ora frequentiamo”.

Con la casacca della Giana Erminio Alex ha ritrovato il suo amico Sasà Bruno compagno di squadra nel Modena: attualmente si ritiene soddisfatto del suo passaggio alla corte di Cesare Albè?

“Proprio così, con Sasà c’è un’amicizia anche fuori dal campo; alla Giana Erminio si trova bene, sia con mister Albè sia con i suoi compagni”.

Immaginiamo gli impegni di una famiglia numerosa. Riesci alla domenica a seguire le partite di tuo marito con la squadra biancoceleste?

“Non sono molto appassionata di calcio infatti allo stadio vado poco, seguo di più mio figlio Niccolò che gioca a calcio anche lui”.

Nella sua lunga ed importante carriera tuo marito ti avrà dedicato parecchi gol: ce n'e' forse uno in particolare che ricordi?

“Si, quando giocava nel Modena ed ero in attesa del mio secondo figlio, dopo aver segnato un gol, ha esultato mettendo il pallone sotto la maglia: mi sono vergognata un sacco”.

Ormai tuo marito dovresti conoscerlo bene: ci puoi dire un suo pregio ed un suo difetto?

“Per quanto riguarda il pregio è un uomo buono e generoso. Il difetto? Vuole sempre aver ragione”.

Cosa ti aspetti per il suo futuro e quello della vostra famiglia?

“Mi aspetto tanta gioia e serenità”.

Vorresti fargli un augurio speciale?

“Gli auguro di avere un futuro ricco di sorprese e felicità: vorrei dirgli che sono molto orgogliosa di lui”.

Ti ringraziamo Laura per la tua disponibilità.

“Grazie a voi e forza Giana Erminio!!!”