Si è aperto un dibattito sul web all'indomani del debutto di Enrico Ruggeri a 64 anni in Serie D con la maglia del Sona. Il tutto è balzato agli onori della cronaca nazionale e seguito anche a “La Domenica sportiva” con il cantautore milanese e il presidente rossoblu Paolo Pradella ospiti negli studi di Milano. Una festa doveva essere e una festa è stata in campo durante lo spazio di nove minuti, senza togliere nulla alla regolarità della sfida tra il Sona e la Tritium, terminata con la vittoria della truppa meneghina. Ma si sa sul web è una incredibile cassa di risonanza dove trovano spazio i commenti più impensabili e una semplice operazione simpatia è stata presa di mira. Il tutto sulla pagina social del Sona, e non solo, con i commenti alcuni acidi. A calmare le acque ci ha pensato Ruggeri che ha così replicato sulla pagina ufficiale del team veronese: “Il costume italiota è quello di sporcare anche le cose belle, da quando esiste il web il mondo sommerso pieno di rabbia viene a galla. La verità è più semplice: ho conosciuto una bellissima realtà, una dirigenza piena di entusiasmo e un allenatore, Filippo Damini, del quale si sentirà parlare. Ho conosciuto dei ragazzi fantastici che mi hanno accolto con gioia. Quei nove minuti in campo mi hanno dato la possibilità di stare con loro, ascoltare le bellissime parole del mister, vivere un'esperienza unica. I commenti negativi non arrivano da ragazzi, ma da adulti che non sono riusciti a sfondare nel mondo del calcio. Non è importante il risultato è che tutta Italia adesso conosce Sona, una bellissima realtà. Ancora grazie”. “E' una polemica sterile” - commenta il tecnico del Sona Filippo Damini - “è stata una trovata pubblicitaria da parte della società che non inficia nulla sulla favolosa prestazione stagionale dei miei ragazzi. Se ci attacchiamo all'ipocrisia che Ruggeri abbia tolto spazio ad un giovane diventa assurdo. Un ragazzo non scende in campo solo per una manciata di minuti ma semplicemente fa parte di un gruppo, sempre durante l'arco del campionato. Dopo l'effetto Maicon abbiamo riscontrato quello di Ruggeri con tutta l'Italia che conosce una piccola realtà come la nostra”, conclude Damini che stasera sarà a Lugano per un'amichevole con l'Under 21 della compagina svizzera.

Sezione: EDITORIALE / Data: Mer 09 giugno 2021 alle 17:00 / Fonte: L'Arena
Autore: Rossana Stucchi
Vedi letture
Print