La Tritium gioca una bella partita contro il forte Desenzano Calvina ma alla fine si deve accontentare del pareggio. La squadra di Calvi va subito in vantaggio con Lorenzo Caferri e sfiora la vittoria più volte nel secondo tempo dopo che nel recupero del primo gli ospiti avevano pareggiato con l’esperto Alessandro Cazzamalli, che compirà 42 anni il prossimo mese di maggio. Il tecnico biancoazzurro conferma quasi in toto il 3-5-2 vittorioso sul campo della Real Calepina. L’unica variante è in porta dove c’è l’esordio di Lorenzo Ferrari, appena arrivato a Trezzo per sostituire Miori e Zanellato, entrambi indisponibili. Grossa novità anche in panchina dove c’è per la prima volta Simone Cortinovis, il portiere che si era gravemente infortunato nel ritiro pre-campionato e non era mai sceso in campo. La cronaca si apre al 2’ con un colpo di testa di Cazzamalli nelle braccia di Ferrari, che diventa così il quarto portiere impiegato dalla Tritium in questo campionato dopo Rota, Zanellato e Miori. Al 5’ la Tritium passa in vantaggio con una girata improvvisa di Lorenzo Caferri che, deviata da un difensore bresciano, sorprende Sellito e si infila in rete. Il gol galvanizza la squadra che gioca bene e confeziona un’ottima azione con Personé, Torraca e Forlani, poi però Personé non riesce a concludere. Dall’altra parte contatto in area tra Bertaglio e Mauri che gli prende l’interno e poi finisce a terra; l’arbitro lascia correre. Il Desenzano Calvina prova a reagire subito allo svantaggio e a fare la partita ma la Tritium non glielo permette. Tra gli ospiti entra in scena il bomber Recino, capocannoniere del campionato con 16 gol, che comincia a creare problemi (ammonito Ambrosini per un fallo su di lui), ma la Tritium in contropiede al 25’ va vicino al raddoppio con Torraca, poi tiro di Colleoni parato a terra da Sellitto. Al 29’ assist di Mauri per Recino che mette giù di petto e con il sinistro colpisce il palo interno, poi la palla sbatte sul corpo di Ferrari ed esce. Al 31’ punizione di Forlani e parata in tuffo di Sellitto. Poi la gara si innervosisce troppo, soprattutto nei pressi delle panchine, e viene espulso il vice allenatore del Desenzano Calvina. Gli ospiti attaccano ma la Tritium si difende bene. Ma al 47’ arriva il pareggio del Desenzano Calvina con una rovesciata volante di Cazzamalli, su cross di Turlini, che si infila nell’angolino dove Ferrari non può arrivarci. Al 3’ della ripresa clamoroso errore di Sellitto che rinvia sui piedi di Torraca, tiro dell’attaccante trezzese ma il portiere bresciano riesce a rimediare e para la conclusione, peraltro debole. Al 9’ Degeri appoggia per Forlani, sinistro dal limite che Sellitto devia in tuffo. E un minuto dopo azione di Personé che sfonda a sinistra, entra in area e colpisce la traversa a portiere battuto. Tritium adesso sfortunata. Partita che resta molto bella e ricca di occasioni da gol. Al 18’ ancora Personé al tiro, stavolta Sellitto devia in corner. Il Desenzano Calvina sembra calato di netto rispetto al primo tempo e la Tritium insiste. Il finale è tutto di marca biancoazzurra ma il gol-vittoria non arriva. Al 23’ cross di Personé per Lo. Caferri anticipato di un soffio da un difensore e infine al 37’ tiro di Valente, entrato per Torraca, che Sellitto mette in angolo. 

TRITIUM – DESENZANO CALVINA 1-1

RETI: 5’ pt Lo. Caferri, 47’ pt Cazzamalli.

TRITIUM (3-5-2): Ferrari; Bertaglio, Ambrosini, Le. Caferri; Colleoni, Forlani, Degeri, Aldé, Lo. Caferri (42’ st Raffaglio); Personé, Torraca (20’ st Valente). In panchina: Cortinovis, Chinelli, Mazzola, Beretta, Fischetti, Motta, Lolli. All. Calvi.

DESENZANO CALVINA (4-4-2): Sellitto; Turlini, Chiari, Sorbo, Perotta (33’ st Zanolla); Cazzamalli, Crema, Mazzotti, L. Ruffini; Recino (24’ st Segalina), Mauri (42’ st Da Mota). In panchina: Ferrara, Missaglia, Ricciardi, Mazzurega, Tomasini. All. Florindo. 

ARBITRO: Costa di Catanzaro.

NOTE: Ammoniti Mazzotti, Ambrosini, Degeri, Perotta e Mauri. Angoli 3-3. Recupero 2’ pt + 3’ st.

Sezione: NEWS TRITIUM / Data: Mer 14 aprile 2021 alle 20:30
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print