La Giana Erminio torna in campo stasera dopo diciassette giorni per sfidare il Livorno nel quadro della decima giornata di campionato. Dopo i rinvii con Pro Vercelli e Piacenza si torna a giocare in un momento particolarmente difficile per la seconda ondata della pandemia da Covid-19. Al Picchi di Livorno, che la Giana espugnò nel 2017 con un gol di Alex Pinardi, Cesare Albé deve fare i conti con una rosa decimata da positivi e infortunati. Ben otto gli assenti: 4 difensori e 4 centrocampisti. Scelte quindi obbligate. Si va verso un 3-5-2 che in fase difensiva dovrebbe trasformarsi in un 5-3-2 con uno tra Barazzetta e Zugaro adattato come terzo centrale difensivo visto che Marchetti è appena rientrato e difficilmente partirà titolare. L’alternativa è il 4-3-1-2 che avrebbe giocato a Vercelli con Capano o Greselin dietro le punte.

Il Livorno, dopo la tribolata vicenda del cambio di proprietà, sembra essersi rimesso in carreggiata anche se domenica scorsa ha perso una partita incredibile ad Alessandria (3-2 al 93’) dopo essere stato in vantaggio per 2-0. Nella squadra allenata da mister Dal Canto sono diversi i giocatori esperti della categoria come i difensori Di Gennaro e Sosa e gli attaccanti Marsura, Murilo e Mazzeo. Non ci sarà l’ex Gianluca Piccoli, squalificato dopo l’espulsione rimediata proprio ad Alessandria al suo esordio nel Livorno.   

Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo (ore 19.00):

LIVORNO (4-2-3-1) Stancampiano; Parisi, Di Gennaro, Sosa, Porcino; Agazzi, Haoudi; Marsura, Pallecchi, Mazzeo; Murilo. All. Dal Canto.

GIANA (3-5-2) Acerbis; Perico, Bonalumi, Zugaro; Barazzetta, Rossini, Finardi, Capano, De Maria; Ferrario, Perna. All. Albé.

ARBITRO Maria Marotta di Sapri.

Sezione: PRIMO PIANO / Data: Mer 11 novembre 2020 alle 08:15
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print