Il responsabile del settore giovanile della Giana Erminio Enrico Albè è intervenuto tramite le colonne di sprintesport per fare il punto della situazione sul difficoltoso periodo che stiamo attraversando a causa dell'emergenza Coronavirus: "La situazione è drammatica, mi auguro che i campionati finiscano. Per il resto, come le fasi finali, si vedrà successivamente. E' molto dura, riprendere dopo due mesi diventa difficile, ma sarebbe importante ricominciare, sarebbe un bel segnale visto il momento che stiamo vivendo. Vorrebbe dire che la situazione è cambiata e non resta che sperare. D'altronde la speranza è l'ultima a morire". Sugli allenamenti che tutti i giocatori stanno svolgendo da casa spiega: "I ragazzi, da casa, naturalmente in base alle proprie disponibilità e in maniera individuale, continuano ad allenarsi. Così come per la Prima Squadra, anche l'Under 15, 16, 17 e la Berretti, proseguono i loro allenamenti, seguendo dei programmi personalizzati indicati scrupolosamente dai nostri preparatori atletici. Sono in costante contatto con lo staff (dirigenti, accompagnatori e tecnici) che mi aggiorna sul lavoro svolto dai ragazzi. Purtroppo la situazione è questa, non si può fare diversamente almeno per il momento. Non è bello, lo sappiamo, però bisogna tenersi in forma nel rispetto delle regole che ci sono state date". 

Sezione: SETTORE GIOVANILE / Data: Ven 10 aprile 2020 alle 16:00
Autore: Davide Villa / Twitter: @villdav3
Vedi letture
Print