"Adesso due sole cose devono interessarci: la partita di domenica e vincere. Ovviamente dobbiamo guardare anche i risultati delle altre, e lo facciamo, ma occorre principalmente pensare a noi. Vogliamo la salvezza, e questa deve arrivare": non molla la Giana Erminio, e non molla neppure il difensore Davide Zugaro De Matteis, che oggi compie 21 anni e ha parlato ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com.

La Giana è reduce da sei risultati utili consecutivi, e la classifica sembrava sorridere, ma l'Olbia doveva recuperare le sue partite. "Sapevamo che la formazione sarda avrebbe fatto punti, e poteva succedere che ci scavalcasse, ma questo non mette in discussione quanto noi abbiamo fatto, e non scalfisce l'entusiasmo che si è ricreato nell'ambiente: guardare troppo altrove distrae, noi dobbiamo continuare a rimanere concentrati solo su noi stessi, senza timori o preoccupazioni. Abbiamo anche un buon margine dalla penultima, il distacco c'è e va mantenuto".

Tre gare al termine, le ultime due scontri più o meno diretti con Pergolettese e Pistoiese: sono quelle le gare più importanti?
"Le tre partite che restano sono tutte di vitale importanza, ma chiaramente fare punti già domenica con la Pro Patria e poi con la Pergolettese ci farebbe arrivare all'ultima di campionato più sereni, senza la necessità di fare straordinari. Ce la metteremo tutta".

Lo scorso anno a Olbia non hai trovato molto spazio, adesso sei tra i protagonisti: soddisfatto di questa tua sorta di prima stagione tra i pro?
"Alla Giana mi hanno accolto benissimo, mi sono trovato bene da subito come comunque mi ero trovato bene a Olbia: finora posso dirmi soddisfatto di quanto ho fatto a livello personale, ma il calcio è un gioco di squadra, e l'obiettivo del gruppo è la salvezza. I bilanci voglio tracciarli tra un po', anche perché io sono uno che non si accontenta mai, voglio sempre fare di più. E voglio mettere su questa stagione quel prezioso tassello".

Il tuo cartellino è di proprietà dell'Inter: ci pensi mai alla formazione nerazzurra?
"Arrivare in Serie A è il sogno di tutti, ma credo si debba pensare più che altro a lavorare, perché solo così si può ottenere qualcosa di importante".

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Ven 16 aprile 2021 alle 11:45
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print